altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

La rivoluzione è alle porte

15 dicembre 2004

8 commenti

categorie

gli scaffali di Widener LibraryDa accanito consumatore di libri in formato elettronico non dovrei dispiacermi, ma quando stamattina ho letto del nuovo progetto di Google per informatizzare la biblioteca di Harvard mi è venuto il magone. Di fronte al più bello e prestigioso edificio di quella biblioteca ci ho infatti vissuto per quasi un anno, tra gli scaffali dei dieci piani di Widener Library ho passato ore intense ed emozionanti, nei corridoi e uffici sotterranei che collegano le biblioteche principali del campus di Harvard ho macinato chilometri di stupore e felicità. E ora capisco che tutto questo nei prossimi anni sarà destinato a scomparire. I libri verranno spostati in depositi periferici con microclimi controllati, e non sarà più possibile perdersi tra gli scaffali ingombri di cultura e scartoffie a leggere libri dimenticati e impossibili, o immaginare trame e inseguimenti da romanzo giallo. Sto iniziando a capire come dovevano sentirsi i nostri trisnonni agli albori della rivoluzione industriale, e siamo solo agli inizi…..

17 dicembra 2004: ho appena letto un bel post su micampe che commenta le osservazioni di Battelle da un punto di vista tecnologico. Mi chiedo se non ha usato il trackback a questo post invece di linkarmi direttamente perchè i miei trackback hanno problemi…

8 commenti

  • Boh
    16 dicembre 2004 #

    Non preoccuparti ci vorranno almeno 5-6 anni. E nel frattempo l’anni scorso ho preso un sacco di foto!

    Già Widener (e di più Lamont) sono freddissime come una sala operatoria, circa 16° C, ed è impossibile studiarci. Sempre per la conservazione dei libri.
    I tuoi ricordi sono di 10 anni fa ma le cose cambiano!
    Bisogna andare avanti con gioia:)
    Harvard e Widener saranno le stesse, ma più belle…

  • ludo
    17 dicembre 2004 #

    Ma io vado avanti con gioia, e con parecchio profitto personale (almeno in termini di interessi culturali, spero che prima o poi arrivi anche il profitto finanziario), se non ci fossero i libri in formato elettronico come farei a leggere i miei autori preferiti in lingua originale?

    E’ solo che certe situazioni e ambienti hanno una carica fantastica, magica. E che sono questi, spesso relitti di un passato che sta sparendo, ad essere minacciati dal nuovo che avanza. Forse sono un po’ Winckelmanniano… :)

  • Michele
    17 dicembre 2004 #

    Me n’ero dimenticato :)

    Ora ho provato e posso confermare che i tuoi trackback non funzionano: No post url (permalink)

    (Lo faccio da Simpletracks perché Blogger non li supporta)

  • ludo
    17 dicembre 2004 #

    Ah che comodo Simpletracks, mi ha permesso di debuggare i nostri trackback, che avevo fatto seguendo la specifica e prendendo le variabili POST, mentre MT e Simpletracks usano GET. :)

  • micampe.it
    18 dicembre 2004 #

    Pagerank? La potenza e l'accuratezza del motore di ricerca di Google vengono dall'idea che il valore di una risorsa disponibile in rete è misurabile utilizzando il fondamento della rete stessa: i link. Il problema è che tutti questi libri sulla rete non ci son...

  • Monja
    20 dicembre 2004 #

    Non potrei vivere senza sentire l’odore dei libri (si, anche quelli vecchi che ormai hanno quel vago aroma di muffa…), senza poter toccare le pagine (magari un po’ ingiallite)…e soprattutto non riesco a leggere per piu` di 5 minuti consecutivi sullo schermo di un computer :/
    Però in questo modo le Grandi Opere Letterarie (GOL) non si rovineranno perchè nessuno le potrà toccare. Uhm. Ma se nessuno può toccarle a cosa serve tenerle? ;)

  • ludo
    20 dicembre 2004 #

    Io invece ormai leggo quasi tutto sul mio vecchio iPAQ, un po' perchè i libri che mi piaccioni in Italia non ci sono, un po' per comodità. Ma una biblioteca come Widener è un caso a parte, ne avessimo una così qui ci passerei i weekend. :)

  • Boh
    22 gennaio 2005 #

    Monja scusami ma quanto spazio hai in casa? C’è un mio amico che ha i libri anche in bagno, ben messi su mensole (pare..). Tu hai una stanza tutta tua? Credo che il motivo di mettere tutto su CD sia duplice: per la conservazione certo, ma pure lo spazio!

    Ciao,

    Boh