altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Blog, design e componenti

15 aprile 2005

2 commenti

categorie

frammento del blog di Wen XinInizio a “mettere su carta” alcuni pensieri disordinati sui componenti e il design dei blog, nati in parte dall’esperienza di sviluppo di LightPress per Blogo, in parte dal senso estetico maturato in anni di studio di architettura e lavoro sul web, che sto provando ad applicare al design dei miei blog. A questo post ne seguiranno altri, mano a mano che raccolgo le idee e trovo il tempo di scriverle.

frammento del blog di Dave WinerPartiamo dai componenti, cercando di spiegare meglio cosa intendo con questo termine attraverso alcuni esempi. Uno dei più chiari è Radio Userland, che nelle sue varie incarnazioni è stato per molti il primo motore di blog e che è ancora utilizzato da alphabloggers come Doc Searls e ovviamente Dave Winer. Se osserviamo i blog prodotti con Radio (non tutti ovviamente — ad esempio non Jon Udell), vediamo che hanno alcune caratteristiche comuni: un calendario dei post, un blogroll se Radio viene utilizzato come aggregatore, i post raggruppati per giorni nelle pagine e nei feed, spesso senza titolo e con i permalink che sono semplici anchor nell’archivio del giorno. Anche la navigazione enfatizza l’ordinamento cronologico.

frammento di EngadgetOra confrontiamo questi elementi e questa impostazione tipo diario con una installazione standard di WordPress: il calendario è sparito, l’archivio cronologico è diventato un componente del menu laterale, cui si aggiungono la lista delle categorie e il blogroll/linkroll. L’elemento centrale delle pagine e dei feed non sono più i giorni ma i post, con tutto il corredo di metainformazioni che si portano dietro: titolo, data e ora di pubblicazione, autore, categorie, numero di commenti. Come in Radio, gli elementi del menu laterale non cambiano a seconda del contesto (indice, singolo post, categoria, archivio, ecc.), e la navigazione tra i post avviene con link tipo precedente/successivo anche se non per giorno ma per blocchi di post in ordine cronologico. Se spostiamo l’attenzione sui blog commerciali, ad esempio quelli di Weblogs Inc come Engadget, vediamo che la situazione non cambia molto, fatti salvi gli spazi ovviamente dedicati alla pubblicità, e quelli che invitano il lettore a rimanere nel sito proponendo i post più letti e commentati.

A questo punto credo vi siate fatti un’idea abbastanza chiara di due termini chiave che costituiscono la base dei ragionamenti di questo articolo e degli altri che seguiranno: componenti e contesti (chi ha studiato un po’ di teoria dell’architettura vedrà forse in questo approccio uno scimmiottamento della teoria dei “tipi” di Rossiana memoria). I componenti sono gli elementi tipici e identificabili di un blog come il post, la lista delle categorie o dei mesi di archivio. Per comodità includo nella definizione anche metaelementi come il giorno, l’autore, ecc. Il contesto invece è il tipo di “vista” proposta da una pagina al lettore: pagina principale, pagina di categoria, pagina di archivio, pagina di singolo post, ecc.

Fatte queste premesse, avrete già capito in parte i primi due temi che affronterò negli articoli di questa serie: quale è il componente predominante di un blog (l’articolo o il postgiorno), e che effetto ha questa scelta sul layout e la navigazione; quali componenti sono presenti nella sidebar, e come variano (se variano) nell’interazione con il contesto. Ora vado a mangiare, se volete prepararvi in anticipo date un’occhiata ai blog che ho citato un paio di post fa.

2 commenti

  • Kevin
    22 aprile 2005 #

    Although I didn’t understanding your language, but thanks for your screen shot! :-)

  • ludo
    22 aprile 2005 #

    Hi Kevin, thanks for the comment! As I just wrote to you by email, your design is the best I’ve seen in a while.