altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

La palude italiana

4 ottobre 2005

0 commenti

tag

categorie

Un paio di settimane fa David Heinemeier Hansson (l’autore di Ruby on Rails eletto hacker dell’anno all’ultima OSCON) si chiedeva dove sono le startup europee. Nei giorni scorsi Vittorio Zambardino si poneva una domanda simile rispetto al contesto italiano, cui ha fatto seguire questa mattina una critica tagliente e pienamente condivisibile sul prossimo SMAU.

Non so se unConf vedrà la luce, superando i problemi organizzativi e le secche degli interessi personali (altro tema che meriterebbe di essere affrontato, lo scarso idealismo italiano e la pochissima attitudine alla collaborazione), ma il disagio di chi per lavoro o interessi trascorre una buona metà della propria giornata virtuale al di là dell’oceano è sempre più evidente.

Le cause sono tante e credo ben più serie dell’assistenzialismo statale denunciato da DHH, che vive comunque in un paese più dinamico e all’avanguardia del nostro. Forse vale la pena cominciare ad esaminarle seriamente, come sembra abbia iniziato a fare Zambardino.