altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Altro che TV

30 novembre 2005

1 commento

Forse prima di proporci la TV sul cellulare come l’ultima grande meraviglia tecnologica che dovremmo tutti avere, i nostri operatori farebbero meglio a fare un po’ di ordine nelle offerte che hanno già, e magari a pigliarci meno per il culo.

Esempio di questi giorni: trovare una connessione ad Internet a prezzi abbordabili dalla Sormani, la biblioteca centrale milanese, che in perfetto costume italico offre connessioni al pubblico solo dagli appositi PC, senza tenere conto che ormai Internet è uno strumento di ricerca indispensabile (ma forse chi fa ricerca in Italia non dovrebbe proprio starci). Due le soluzioni possibili: dotarsi di una scheda GPRS o UMTS, o accedere all’hotspot presente in Sormani.

questo post continua, leggi il resto

TextDrive e Joyent

28 novembre 2005

3 commenti

Annunciata poco fa (qui la press release) l’acquisizione di Texdrive da parte di Joyent, una delle start-up più interessante nel panorama delle applicazioni Web 2.0 (per i Mac-cultori, Joyent è anche la società dove lavora l’autore di Daring Fireball).

Ennesima dimostrazione che con buone idee, gente in gamba e un po’ di fiuto, di là dell’oceano i risultati possono arrivare, e arrivare in fretta: in poco più di 18 mesi, il server su cui Dean Allen pensava di ospitare qualche utente di TextPattern (il suo programma di blogging) è diventato una società florida e innovativa, con una fetta di un datacenter a San Diego, accordi commerciali con Dell, una comunità di utenti e sviluppatori fuori dal comune, e un’applicazione di successo come Strongspace.

questo post continua, leggi il resto

Per quelli che...

28 novembre 2005

5 commenti

Per quelli che ancora credono in Windows o che magari sono costretti ad utilizzarlo per lavoro, e soprattutto per quelli che hanno il coraggio di metterlo on-line su Internet (quando ho tempo — quindi probabilmente mai — vi racconto la chiacchierata sull’autobus dell’altro giorno con un amico che è un guru di sicurezza di quelli veri), riporto la mail di Daniele:

Ciao Ludo,
dopo qualche mese di fatica ti segnalo che ho pubblicato su www.dblog.it la nuova versione della piattaforma (gratuita ed Open Source): dBlog 2.0 Final.

Oltre 70 novità/correzioni introdotte in questa release: gestione dei template, player podcast integrato, file manager, linklog, resize automatico delle immagini, title e meta tag dinamici, trailer per gli articoli, codice xhtml/css compliant, testi localizzabili e molto altro!
Tutti i dettagli in questo post:
http://www.dblog.it/dblog/articolo.asp?articolo=440

Se avessi modo di aiutarmi a diffondere questa news te ne sarei mooolto grato :-)

Ecco fatto, è sempre un piacere vedere che anche in Italia qualcuno sviluppa codice Open Source di qualità. E già che ci siamo ho inserito il blog di dBlog nella Top 100.

Pensieri sparsi

27 novembre 2005

5 commenti

Qualche pensiero sparso dato che la domenica sera tutto tace, e ho qualche minuto da perdere prima di uscire.

iTunes non piace neanche a me, ma non perchè sia fatto male o buggy, ma semplicemente perchè i Mac mi stanno un po’ sullo stomaco, e ancora di più l’hype che li circonda. Sembra che avere un Mac sia il presupposto fondamentale per essere un l33t coder, hacker extraordinaire, Unix guru, blog marketing superman, ecc. ecc. Cheppalle, iQuesto e iQuello e cuffiette bianche ovunque. Non cambierei mai il mio (si fa per dire) T30/Ubuntu con un Mac, e poi come farei a fare il boot con Windows per vedere le partite sui canali P2P cinesi?

Il LinuxDay di ieri è stato carino, quello che ci si può aspettare da un evento organizzato da Linux User Groups: installazioni a go go, gente che veniva a farsi masterizzare i CD, atmosfera super rilassata, cavi e macchine aperte ovunque. Poca tecnica, molta divulgazione. Lightpress c’entrava come il cavolo a merenda. :)

Se come me riuscite a tollerarele pulizie del weekend solo ascoltando qualcosa di interessante, date un’occhiata ai tantissimi feed dei podcast della BBC. Oggi mi sono ascoltato in sequenza: Sportsweek (con un’eccezionale intervista al grande Jonah Lomu che sta per tornare al rugby giocato dopo i gravissimi problemi di salute), From Our Own Correspondent, e l’esilarante Fighting Talk una sorta di Bar Sport inglese. Se avete consigli su musica e podcast da pulizie, non esitate.

Lightpress al Linux Day Milano

25 novembre 2005

3 commenti

Grazie ad Antonio e agli altri organizzatori, domani avrò un’ora di tempo nell’Area Tecnica del Linux Day Milano per presentare Lightpress e fare una dimostrazione pratica di installazione. Se tra le undici e mezzogiorno non avete di meglio da fare, fate un salto in via Comelico 39 e passate in Auletta 6.

Encarta IM

25 novembre 2005

3 commenti

Se usate MSN, potete aggiungere l’indirizzo encarta@conversagent.com per ottenere risposte immediate dal servizio (ro)bot di Encarta, l’enciclopedia Microsoft. E se avete unpo’ di tempo da buttare o vi sentite soli, potete sbizzarrirvi con domande tipo What is the air-speed velocity of an unladen swallow?. via

Non ci resta che piangere?

25 novembre 2005

Non ho ancora visto nessuno dei blog che leggo commentare lo speciale appena pubblicato dall’Economist sull’Italia. Ho appena finito di leggere l’introduzione disponibile gratuitamente online (c’è anche una intervista all’autore — purtroppo solo in streaming), tornando a casa vedo di prendere il numero in edicola se è già uscito. Gli atti non son belli, ma questo noi che in Italia ci viviamo lo sappiamo già…

Google e copyright

25 novembre 2005

2 commenti

Stanotte rimuginavo sul nuovo filtro per licenza che Google ha aggiunto alle funzioni di ricerca avanzata, e mi chiedevo se qualcuno ne aveva già intuito le possibili, inquietanti, ramificazioni che possono essere riassunte così:

  • Google ha già tutti (o quasi) i contenuti disponibili su web
  • ovviamente indicizzati e correlabili per argomento e parole chiave
  • ed ora dispone anche delle informazioni sulla licenza con cui sono rilasciati

Cosa impedisce in un futuro prossimo a Google di incrociare questi dati per scoprire violazioni di licenza, identificando citazioni improprie, duplicazioni illegali di contenuti, e remixing troppo spinti o illegali? Sarebbe ironico che dopo il bailamme di Google Print, sia proprio Google a fornire uno strumento per l’enforcement del copyright, gratuito o a pagamento.

In questo periodo sto rimuginando non poco sul controllo che Google sarà sempre più in grado di esercitare sulle nostre vite, attività e gusti. E non solo gli esempi ovvi come Analytics con cui (se mai funzionerà a dovere) Google saprà fin nei minimi dettagli chi (il cookie immortale che vi beccate quando fate una ricerca o usate un servizio di Google) visita cosa, o la pericolosità di Google cache da cui a distanza di anni può saltare fuori un contenuto che per voi da innocuo si è trasformato in qualcosa di pericoloso.