altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Per quelli che...

28 novembre 2005

5 commenti

tag

categorie

Per quelli che ancora credono in Windows o che magari sono costretti ad utilizzarlo per lavoro, e soprattutto per quelli che hanno il coraggio di metterlo on-line su Internet (quando ho tempo — quindi probabilmente mai — vi racconto la chiacchierata sull’autobus dell’altro giorno con un amico che è un guru di sicurezza di quelli veri), riporto la mail di Daniele:

Ciao Ludo,
dopo qualche mese di fatica ti segnalo che ho pubblicato su www.dblog.it la nuova versione della piattaforma (gratuita ed Open Source): dBlog 2.0 Final.

Oltre 70 novità/correzioni introdotte in questa release: gestione dei template, player podcast integrato, file manager, linklog, resize automatico delle immagini, title e meta tag dinamici, trailer per gli articoli, codice xhtml/css compliant, testi localizzabili e molto altro!
Tutti i dettagli in questo post:
http://www.dblog.it/dblog/articolo.asp?articolo=440

Se avessi modo di aiutarmi a diffondere questa news te ne sarei mooolto grato :-)

Ecco fatto, è sempre un piacere vedere che anche in Italia qualcuno sviluppa codice Open Source di qualità. E già che ci siamo ho inserito il blog di dBlog nella Top 100.

5 commenti

  • Andy
    28 novembre 2005 #

    Non per niente ma… dbog è in asp -> asp è un linguaggio per il web by microsoft… asp gira su windows…

  • ludo
    28 novembre 2005 #

    Appunto, per quelli che ancora credono in Windows…

  • Andy
    28 novembre 2005 #

    Non avevo letto bene, hai ragione scusa :)

  • anon
    4 dicembre 2005 #

    Ah be', se lui è un guru "ma di quelli veri" con cui non si scherza, allora stiamo tranquilli! D'altronde per apprezzare i problemi di Windows è richiesta esperienza di 6 anni presso l'NSA, lo sanno tutti…

  • ludo
    4 dicembre 2005 #

    Umph, pensala come vuoi ma ci sono exploit su Windows parecchio sofisticati. E non ti sto parlando di "apprezzare i problemi di Windows", ma di renderi sicuri server Windows esposti su Internet da cui transito parecchi soldi ogni giorno. Sono due cose diverse…