altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Type poco movable

20 novembre 2005

12 commenti

categorie

Un po’ rigido l’atteggiamento della Tipografia Ediprint di Torino, che ha minacciato Giuseppe Mayer di azione legale, se non avesse provveduto alla rimozione del post in cui si dichiarava molto poco soddisfatto del servizio ricevuto. Il post è stato rimosso, se siete curiosi lo trovate ovviamente nella cache di Google. Via Gaspar, Haramlik.

Aggiornamento. L’altra versione dei fatti è quella di Ediprint, che ha deciso (fatto raro per un’azienda italiana) di entrare nella conversazione rispondendo ai blogger nei commenti in maniera civile e sensata (ad esempio qui sotto), e manifestando la propria intenzione di aprire un blog, come suggerito da Gaspar e Paolo. Se poi il blog non si limiterà a fare marketing o comunicazione aziendale (il che già non sarebbe poco), ma sarà arricchito da know how specifico su tecnologie e servizi della Ediprint per facilitare l’interazione con i clienti, potrebbe diventare una risorsa davvero preziosa per la comunità e per l’azienda.

12 commenti

  • Cristian Conti
    20 novembre 2005 #

    Era meglio se stavano zitti…i blogger sono brutta gente vendicativa e rancorosa ;)

  • ludo
    21 novembre 2005 #

    Beh, magari invece di minacciare potevano rifare bene il lavoro…

  • [mini]marketing
    21 novembre 2005 #

    o almeno restituire i soldi…

  • [...] Quest’oggi Vostro Onore, siam qui per discutere di tal Giuseppe Mayer, un soggetto che ultimamente ha la deprecabile abitudine di scagliarsi contro il più forte e contro questo, accanirsi con una ferocia inaudita. Prima se la prende con una povera tipografia rea di aver cercato di venirgli incontro modificando forse, anche se lievemente, le specifiche date (dimensioni del biglietto, plastificazione non richiesta, angolatura asimmetrica e tavole colori diversa fra il fronte e il retro insomma dettagli, minuzie) e comunque, mi si permetta, al solo scopo di contenere le spese del cliente dato anche il momento contingente. è vero, nel quale versa questo nostro povero paese. Orbene, dopo l’opera meritoria della suddetta tipografia, il sopracitato Mayer, non trova di meglio che lamentarsi e quando la stessa scopre il post e chiede. ovviamente, che venga eliminato insieme a qualsiasi riferimento, il Mayer rimane stupefatto. In effetti non è il solo, altri sediziosi, noti come blogger, già il nome onomatopeico li definisce come mostri informi, arrivano in suo aiuto mettendo “il rifermento alla cache di google“, perché, Vostro onore è vero, questi soggetti non temono di usare un siffatto linguaggio in pubblico. Dunque, dopo la sua bravata il Mayer insiste e persiste nel suo atteggiamento attaccando questa volta un deputato, è vero, un fedele servitore del paese e dei suoi cittadini per via di certe sue affermazioni, diciamo meglio, certe sue battute di spirito, forse che i giovani non hanno senso dell’umorismo e non hanno capito la venatura ironica delle parole di un Onorevole Deputato che l’altro giorno in una trasmissione un po’ di parte, diciamo se per restare in tema e quindi pane al pane e vino al vino, una trasmissione di sinistra, ecco in questo frangente, l’Onorevole asseriva che “Vabbè, faccio il deputato, è un secondo mestiere, il mestiere che ritengo più importante è questo.

  • THEO
    22 novembre 2005 #

    mmmh sai mica come faccio a limitare il quoting dei trackback?

  • ludo
    22 novembre 2005 #

    Theo non ne ho idea, cioè io posso limitare la dimensione quando ricevo il trackback, ma non so perchè il tuo sia venuto fuori così lungo…

  • THEO
    22 novembre 2005 #

    Anche l'altra volta, mi spiace solo insudiciare i commenti…

  • ludo
    22 novembre 2005 #

    Theo, più "roba" da leggere c'è meglio è :)

  • EDIPRINT
    23 novembre 2005 #

    La proposta di rimborso è la prima azione che abbiamo inoltrato al Sg. Mayer appena ci siamo resi conto del suo atteggiamento volutamente polemico e poco collaborativo d aparte sua. Apettavamo il reso della merce per inoltrare il rimborso. La merce non è mai stata restituità. pregherei a tutti di documentarsi meglio sul caso prima di lanciare opinioni di scarsa professionalità della EDIPRINT. Abbiamo sempre agito e continueremo a farlo con la massima trasparenza, correttezza e serietà professionale,prerogative necessarie ed indispensabili per operare e-commerce in un contesto quale internet, in cui la diffidenza del consumatore la fa ancora da padrone. Purtroppo mi accorgo e prendo atto che prerogativa comune della maggior parte dei blogger italiani (ovviamente ci sono le eccezioni) sembra essere quella dell'azione provocatoria e aggressiva verso qualsiasi tipo di istituzione sia essa privata o pubblica. E' comunque difficile in questo tam tam confusionario ricostruire i fatti così come si sono svolti realmente. Per cui ogni giudizio negativo o positivo verso la mia azienda ha fondamenta poco solide, per cui consiglierei di rimanere il più oggettivi possibile nei confronti della Ediprint. Saluti. Mauro Nepote

  • EDIPRINT
    23 novembre 2005 #

    Il blog aziendale della EDIPRINT è online. Pubblicherò su di esso se necessario altri interventi relativi al caso Mayer. www.ediprint.it/blogger.html

    Cordialmnete. M.N.

  • giuseppe mayer
    24 novembre 2005 #

    sul tema del rimborso, non credevo si trattasse di una scelta obbligata :)

    Ad ogni modo, a seguito dell’acquisto non soddisfacente, dopo la proposta di Ediprint di inviarmi rimborso solo dopo l’invio a mie spese della merce, ho preferito lasciar perdere, come credo venga fuori chiaramente dal post, per un semplice motivo…

    Perchè per avere un rimborso di X avrei dovuto spendere 1/4 di x e siccome stiamo parlando di cifre davvero ridicole ho pensato non ne valesse la pena.

    Ma attenzione, il tema qui è la gestione del reclamo; nessuno ha mai detto che Ediprint non mi ha offerto il rimborso, viceversa l’Ediprint si è sentita in diritto di denunciarmi perchè mi dichiaravo deluso dal loro servizio (cosa che sarebbe stata anche se avessi accettato il rimborso) oiboh :)

  • giuseppe mayer
    24 novembre 2005 #

    pardon, non di denunciarmi, ma di "minacciarmi" di denuncia … sta storia comincia a farmi svalvolare :)