altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Ufffff

29 dicembre 2005

9 commenti

tag

categorie

Non mi piace tanto Rubel (più che altro mi annoia), e quindi ieri mi sono trattenuto dal rilanciare la sua notizia su come leggere — quasi — per intero i libri catalogati in Google Books. Poi poco fa leggo il post di ZetaVu sullo stesso argomento, che oltre a travisare il senso di hack mostra di non avere non solo capito, ma nemmeno letto quanto pubblicato su Micro Persuasion.

Vabbé che di solito in campo tecnologico i giornalisti di Repubblica non ci beccano mai, ma la notizia non è che OReilly pubblica una collana di hack books, ma che i libri su Google Print si possono leggere per intero. Ma quand’è che gli editori italiani si convinceranno che per scrivere di tecnologia ci vogliono una preparazione ed un’esperienza professionale specifica? Analoga osservazione in altro campo mi faceva ieri sera Enrica.

9 commenti

  • eìo
    29 dicembre 2005 #

    me lo facevo più simpatico e umile, zambardino…

  • ludo
    29 dicembre 2005 #

    Si anch'io. Ultimamente però stava facendo un po' troppo il pundit, e ovviamente non ne ha le qualità. :)

  • eìo
    29 dicembre 2005 #

    heh heh :)

  • [...] Il fatto è che il suo post ha sollevato qualche polemica nei commenti, da parte di Qix ed altri, che hanno evidenziato come l’articolo citato da Vittorio, in realtà, parlasse di altro (nella fattispecie di come leggere tali libri atttraverso Google print). [...]

  • sisio
    29 dicembre 2005 #

    ho seguito un po' l'evolversi della situazione.nn sono un grande esperto, quindi nn posso entrare nel merito, ed evito di commentare i "commenti"e/o opinioni.ma se sono qui e non "li'" ci sarà un motivo!? …volevo chiedere un aiuto su come poter leggerli in rete questi libri.grazie.se nn dovessimo sentirci prima auguro a voi tutti un divertente fine anno

  • theo
    29 dicembre 2005 #

    Come ti permetti di attaccare zv? Quello si collegava alle bbs negli anni 80 lo sai? Lo facevo pure io ma adesso non ho i capelli e invece lui si! Scherzi a parte la sua tendenza a travisare l'avevo già notata nella sua rubrica Scene Digitali, avevo pensato di scriverci un post tempo fa (su quello e sull'italiano che usa) ma poi ho trovato di meglio da fare. ps ZetaVu? Zambardino Vittorio? Brrr

  • ludo
    29 dicembre 2005 #

    Sisio è semplice, vai su Google Book Search e, una volta trovato il libro che ti interessa, parti dall’indice (Table of Contents) e fai ricerche mirate sui nomi dei capitoli per leggere le pagine.

    Theo, Zambardino aveva cominciato bene ora si crede un pezzo da novanta. Se leggi il suo ultimo post ha in programma di estendere il coverage dei temi legati a Internet, e sostiene di avere in serbo botti e grandi sorprese. Mah…

  • Antonio
    30 dicembre 2005 #

    Zambardino era interessante quando parlava di giornalismo e rete, che poi è il suo campo. Avevo simpatizzato con lui quando rintuzzò i facili entusiasmi blogghici su un pronto tracollo dei media tradizionali.
    Quando parla di sola tecnologia e rete è paro paro a quelli che fustigava e mi sembra ampiamente perdibile.

    ciao

  • sisio
    30 dicembre 2005 #

    Ludo grazie