altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Blog noiosi

6 luglio 2005

3 commenti

Passata l’overdose di blogging fatta con Blogo di cui parlerò un’altra volta, mi sto accorgendo di quanto siano noiosi, ripetitivi e spesso approssimativi buona parte dei blog. Il mio livello di tolleranza ha raggiunto il limite per i pettegolezzi e le meditazioni personali su:

  • motori di ricerca
  • Apple e iPod
  • Firefox
  • Ajax
  • blogging e PR
  • remixing spacciato come cultura
  • peer to peer
  • blogging e giornalismo
  • wiki, aziende e Wikipedia
  • nanopublishing o citizen journalism
  • autocompiacimenti per link e notizie in anteprima

I blog che hanno un tasso di permanenza nel mio aggegatore maggiore di un decimo di secondo si contano ormai sulle dita di una mano, e sono per lo più scritti da gente con le palle quadrate come Tim Bray e Sam Ruby (a proposito, se non l’avete ancora fatto leggetevi post e commenti di oggi sulle estensioni RSS di iTunes), o da amici come Simone.

Sono sempre stato abbastanza allergico ai fenomeni di massa, che forzatamente propongono e si nutrono di mediocrità, e non ci vuole un grande intuito per capire che il blogging è ormai un fenomeno, appunto, di massa. Molto più interessante tornare nel sottobosco della rete, spesso dato per morto ma ancora vivo e vegeto, a produrre codice e captare segnali cercando di cogliere sul nascere il prossimo fenomeno di massa.

Dblog, an ASP blog engine

4 luglio 2005

Daniele, the author of the ASP blog engine Dblog, just sent me an email to announce the release of version 2.0. Being a Unix guy (even though I work in a mainly mainframe/Windows based company) I did not know about Dblog until tonight, but as it’s one of the few Open Source projects developed in Italy I feel it my duty to announce it here. I hope Scoble notices it.

Metti una sera a cena a Milano

4 luglio 2005

2 commenti

Niente come una domenica sera a Milano in una pizzeria del centro, per rinfrescarsi la memoria su mode e modi di questa metropoli.

Al tavolo di sinistra, professore di informatica e relativo portaborse in tenuta da intellettuale di sinistra (clarks, occhialini, lacoste). Il povero portaborse, mingherlino e con poco appetito, ha cercato di tenere il passo del mastodontico professore mimandone cibi, bevande e vizi, pontificando sull’”Informatica Umanistica” e sorbendosi una buona dose di pettegolezzi e lamentazioni da neo-separato, prepararando intanto la dichiarazione di fedeltà puntualmente arrivata a fine serata: “sono disposto ad arrivare a compromessi anche su questioni di primaria importanza”. Buona fortuna, anche se credo non ne avrà bisogno.

Al tavolo di destra, due Marco Ranzani in erba si chiedevano se affittare una jeep “come vuole il Jimmy” quest’estate a Formentera, e cosa “cazzo fare” per acclimatarsi una volta arrivati in villa. La soluzione giunta dopo lunghe meditazioni è abbastanza semplice: figa, compriamo subito un casino di alcolici e li mettiamo in frigo, cazzo sai le fighe come godono“. La discussione è poi passata su meriti demeriti e costi di una settimana a New York in luglio rispetto a una settimana ai Caraibi, e sulla annosa questione morale se i soldi della mamma possano essere considerati “guadagnati”. Questioni delicate, da ponderare ingozzandosi a dieci centimetri dal piatto solo dopo essersi assicurati che la mozzarella della pizza sia di bufala al 100%, dato che i Ranzani di questo mondo tollerano solo il meglio.

Textarea ridimensionabile per Firefox

1 luglio 2005

Segnalato poco fa da Gadgetopia un nuovo plugin per Firefox, che permette di ridimensionare le aree di testo di una qualsiasi form. Molto utile specie quando si scrivono articoli lunghi su WordPress o simili.

Mentre l'Italia sprofonda...

1 luglio 2005

Mentre l’Italia dei furbi sprofonda, nel resto del mondo civilizzato (o almeno negli Stati Uniti) si sta preparando il secondo boom legato a Internet. Per chi segue quotidianamente gli avvenimenti tecnologici dall’altra parte dell’oceano, i segnali cominciano ad essere tanti:

  • Dave Winer parla dell’atmosfera particolare a Gnomedex 2005 e sostiene che gli ricorda due periodi particolari, il boom del mercato legato al Macintosh nel 1986, e gli albori dell’era delle dot-com nel 1995
  • entità microscopiche come 37signals, composta da designer e sviluppatori, stanno ottenendo un enorme successo con prodotti (meglio dire servizi) sviluppati con cura, passione, genialità — soprattutto nel promuoverlisenza capitali esterni (seguendo in parte l’esempio di Joel con FogCreek)
  • comunità di creatori e utilizzatori di progetti Open Source come TextDrive stanno trovando nuove strade di monetizzazione del software libero, mettendo a frutto l’enorme talento tecnico e utilizzando le proprie risorse per avviare servizi innovativi di hosting

La lista potrebbe essere più lunga, includendo esempi più noti come il nanopublishing di Weblogs Inc, ecc. Commenti nei prossimi post.