altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Macchianera chiude i commenti (forse)

15 marzo 2006

11 commenti

tag

categorie

A Gianluca Neri non vanno giù le voci fuori dal coro, e così decide di chiudere per una settimana i commenti su Macchianera. Chiudere per modo di dire, visto che i trackback sono permessi, e ci sono in rete parecchi client per postare trackback anche senza un blog. Vediamo chi se ne accorge per primo, Neri o gli “scemi del villaggio”.

11 commenti

  • Boh
    15 marzo 2006 #

    ahahah carino Macchinera alias Gianluca Neri! E che blog è? Oppure è perché magari si tocca una delle sue protegée che è diventata famosa con mezzi, diciamo, illeciti? (come è stato pure detto in TV, a parte che lo sapevano tutti quelli del ramo che era una cosa davvero eccessiva, e sì che non sono santarelli…)

    Insomma, che magari si scoprono degli altarini? Io non so quali, non sono un insider, ma li presumo perché in Italia dove c’è un clan, che sia familiare o che sia di lavoro, ci sono sempre diversi scheletri nell’armadio e altarini da scoprire. O magari no, il Macchia si è semplicemente stufato di ricevere spam.

    Insomma perché lo fai Neri?

    (Però, in fondo, se ci concede di citarlo e linkarlo con trackback allora tutto bene…:) E’ generoso, via, ammettiamolo..)

  • matteo
    15 marzo 2006 #

    Neri malsopporta che Macchianera sia solo un blog e ogni tanto lo fa tornare un buon vecchio portale redazionale. Fa bene, perchè in questo modo asseconda la sua indole e i suoi gusti. Ognuno è re a casa sua. Io per inciso credo che manco li legga i commenti.

  • ludo
    15 marzo 2006 #

    Sul "fa bene" avrei da discutere, vista soprattutto la corte di blogstar o presunte tali che attorno a Macchianera, appunto, si raccoglie. E che sta iniziando a ottenere commesse commerciali (vedi Grazia) in nome del blogging come strumento sociale, di comunicazione, ecc.

    Se blogging deve essere, che lo sia. Altrimenti diciamo che sono a) seghe mentali da pseudo-aspiranti-scrittori, o b) marchette per guadagnare un po’ di soldi e notorietà.

    Riguardo al suo non leggere i commenti, se non li leggesse non li avrebe chiusi. Li legge eccome, e sa bene quanto possono contribuire a rafforzare o indebolire l’immagine sua e della sua corte dei miracoli.

  • matteo
    15 marzo 2006 #

    Ma Grazia non è una creatura di Mafe?

  • ludo
    15 marzo 2006 #

    Mah, le "ragazze" del blog (almeno alcune) mi sembrano della corte (passata o presente) di Macchianera.

  • matteo
    15 marzo 2006 #

    Ma questo c'entra fino a un certo punto… Comunque sia. Anche qui alcune dinamiche del consenso sono simili a quelle dei media tradizionali. Come blog vale poco, come portale redazionale è più valido. Poi i lettori facciano un po' quel che gli pare. I trackback sono più che sufficienti (e tolgono views, paths e visibilità al sito) Vedrai che ci ripenserà.

  • ludo
    15 marzo 2006 #

    Secondo me invece c’entra: se ti spacci come rappresentante d’élite di una cultura o un movimento, il minimo che mi aspetto è che aderisci ai principi base di quella cultura o di quel movimento.

    Sul valore di Macchianera come portale redazionale, mah a me i calendari delle attricette, i rant radical-chic, i peana sulle puntate di Lost nteressano assai poco.

    Quello che mi divertiva della questione commenti si / commenti no era la posizione arrogante e antipatica verso i lettori ("tu scemo del villaggio") di Neri, e l’assurdità di chiudere i commenti e lasciare aperti i trackback (che comunque sono censurati, dato che il mio non è ancora apparso).

  • Antonio
    15 marzo 2006 #

    Macchianera è un crocevia, permeato dall’aura ammorbante e dall’impronta ben riconoscibile del padrone di casa, ma secondo me vive anche di vita propria, cioè per alcuni versi è uno spazio pubblico. Proprio per questo motivo penso che i commenti debbano restare sempre aperti. Un embargo temporaneo per interrompere un delirio peraltro da lui stesso innescato è sempre nelle facoltà del gestore e può avere un senso (al di là di tutte le considerazioni di coerenza), Non si capisce però perché debba imporlo a tutti gli autori.

    Piccola nota sull’espediente del trackback: mi è capitato di utilizzarlo in passato per poter insultare Facci riguardo ad articoli indecenti e non commentabili. Niente da fare: tutti i tentativi erano stati infruttuosi. Non so bene se perché MT è configurato con le chiappe (pardon) o cos’altro. :)

    ciao

  • matteo
    15 marzo 2006 #

    Ah ecco. Sono comunque moderati… Sul resto però, Ludo, de gustibus. Neri fornisce contenuti, e se a qualcuno piacciono o interessano, beh… E poi è così caruccio quando fa lo snob!

  • [mini]marketing
    16 marzo 2006 #

    Io Macchianera lo leggo sempre meno, come mi succede per tutti i blog che diventano troppo mainstream, tuttavia sono d'accordo che chi tiene un blog abbia tutto il diritto di togliere o di non abilitare i commenti. Il blog non è un forum paritario, e' la voce del titolare, IMHO.

  • Boh
    16 marzo 2006 #

    Mini marketing: ma non era stato venduto sto macchianera? Che titolare ha il blog?

    E in ogni caso noi stiamo ui a parlare del suo blog. (Io non ci avrei fatto neanche un post)