altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Quale sistema operativo?

16 giugno 2006

8 commenti

tag

categorie

Domanda che si stanno facendo in molti (tra gli ultimi Tim Bray e John Gruber), dopo il controverso post di qualche settimana fa in cui Mark Pilgrim annunciava di aver abbandonato OSX dopo un amore durato vent’anni.

Io invece navigo come al solito controcorrente (ma almeno per una volta nella stessa direzione del 90% della popolazione informatica mondiale), e dopo aver finalmente cambiato desktop sto usando allegramente Windows invece di Linux/Ubuntu: parte più in fretta, è più veloce, la scheda TV analogica da dieci euro funziona (grazie a Dscaler), e soprattutto ho un ottimo client BitTorrent e riesco a vedermi le partite sulle televisioni cinesi.

Lato sviluppo, Apache MySQL e PHP funzionano egregiamente, J essendo in Java non ha problemi, xdebug non va nemmeno compilato e WinCacheGrind a differenza del suo omologo Linux non richiede qt o le librerie di KDE. A proposito, appena ho tempo finisco un paio di post sul profiling delle applicazioni PHP con xdebug, se siete interessati stay tuned.

aggiornamento: anche Michele parla dello switch e dei post che ho citato qui, non trovo i trackback sul suo sito quindi si becca un link

8 commenti

  • Marco Cattaneo
    16 giugno 2006 #

    Da decennale utente Windows e "neo" utente Mac (circa tre anni) .. commento che non esiste paragone fra Windows e OSX. Se ci si accontenta di Windows, non penso si possa gioire di questo..

  • fullo
    18 giugno 2006 #

    Ludo concordo che per la produttività personale windows tenda a dare una buona mano :)

    Attualmente uso sia fedora che windows, ma a parità di hw chi da l’impressione di miglior performance è sempre e comunque quest’ultimo.

    pps
    aspetto con impazienza l’articolo su php ;)

  • ludo
    18 giugno 2006 #

    Fullo butta via Fedora e metti Ubuntu. :)

    L’articolo su PHP è in arrivo, spero prima della fine della prossima settimana.

  • fullo
    18 giugno 2006 #

    ubuntu lo uso su un vecchio notebook.. ma dopo una prima infatuazione sono tornato a fedora sul mio pc principale.

  • Michele
    22 giugno 2006 #

    Nel mio caso Windows non è per niente un aiuto alla produttività, anzi, tutt’altro. Se per un momento tralasciamo il fatto della libertà del software, non riesco proprio ad usarlo, non sono capace, lo trovo molto molto scomodo.

    In realtà ho molti più problemi con Windows che con Linux ogni volta che lo tocco… nuova periferica USB e devi stare attento a non collegarla prima di aver installato i driver altrimenti succede un casino. La stacchi e devi ricordarti di metterla nella stessa presa altrimenti non capisce che è la stessa di ieri. Installa tutto cygwin (o equivalente) per poter lavorare. Automatizzare qualcosa è una pena e devi usare mille finestre. Devo fare il deploy della webapp su Tomcat e devo fermarlo, cancellare i file a mano copiare il war e riavviarlo invece che scrivere "ant deploy" da remoto come faccio per il server Linux. Cose così, probabilmente sono semplicemente troppo abituato a lavorare in un certo modo e non ho voglia di impararne un altro (e, sinceramente non ne ho nessun motivo).

    P.S: ludo, i trackback stanno arrivando, intanto mi arrangio con Technorati ;)

  • ludo
    22 giugno 2006 #

    Anch'io mi trovo meglio con Linux a dire la verità, ma avendo hardware decisamente scarso (fino a un mese fa il mio desktop di casa era un Athlon 750) Windows fa una certa differenza. Credo che dipenda in gran parte da cosa posso usare in ufficio: da quando ho cambiato lavoro ho un portatile con Windows quasi totalmente locked down, e tornato a casa tendo a restare sulla stessa piattaforma. E poi ci sono le tele cinesi per il mondiale, che su Linux non vanno… :)

  • micampe.it
    22 giugno 2006 #
  • Il grande switch
    22 giugno 2006 #

    [...] Ludo sceglie di commentare l’abbandono di OS X e mi chiama direttamente in causa, Stephen O’Grady sullo stesso argomento si concentra di più sul perché Mark ha scelto Ubuntu e sul perché questo è successo ora. [...]