altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Sempre più architettura

29 agosto 2006

1 commento

tag

categorie

Due bei post di oggi sottolineano l’importanza crescente dell’architettura nelle applicazioni Web: Why Processes Scale Better Than Threads su Labnotes, e Evaluating Proxy Engines and Load Balancers sul blog di Joyeur.

Interessante nel primo post il confronto tra i modelli di sviluppo per processi e thread, con una breve analisi storica delle differenze “genetiche” tra stack LAMP da una parte, e Java/Windows dall’altra. Un confronto, quello tra processi e thread, che è particolarmente rilevante nelle architetture dei sistemi fault tolerant come Stratus o Tandem (ora HP Integrity NonStop) o degli ambienti di sviluppo come Erlang, utilizzati per quei servizi che devono garantire una disponibilità prossima al 100%. Che me ne importa delle architetture fault tolerant, direte voi? Fino ad ora poco, in un prossimo futuro credo molto, dato che hanno parecchio in comune con le architetture di distributed computing che stanno assumendo una rilevanza sempre maggiore per tutte le applicazioni Internet, le stesse architetture che stanno alla base dell’infrastruttura di Google.

Passando al post di Jason su Joyeur, oltre all’annunciato benchmark dei più importante reverse proxy e load balancer Open Source e commerciali che vedremo in un futuro prossimo, mi è sembrato molto interessante il concetto di limite di performance applicato all’interfaccia di un servizio: se una istanza di un server HTTP come Mongrel (per Ruby) garantisce un certo numero di connessioni contemporanee, non è detto (anzi non è probabile) che n istanze dello stesso server poste dietro un load balancer garantiscano un aumento delle connessioni lineare, dato che l’interfaccia tra il load balancer e i server in questione può rappresentare un collo di bottiglia, che è appunto quello che si propone di misurare Jason con il suo benchmark. Architetture sempre più complesse, in cui l’esigenza di scalare per reggere carichi di traffico sempre in aumento fanno nascere nuovi problemi di tipo architetturale invece che applicativo. A proposito, sembra che WordPress.com e/o Akismet utilizzino Pound, lo stesso reverse proxy/load balancer di cui vi ho parlato qualche settimana fa.

1 commento

  • [...] Proxyscale. Jason Hoffman over at joyeur is putting proxy engines and load balancers to the test to see how much traffic he can pipe with a Rails app. This will be interesting to watch. And interesting to read, Jason knows his stuff and knows how to explain it to others. Thanks Ludo for the link. (This blog is hosted by TextDrive, I live backup to StrongSpace, all three part of Joynet). Share and Enjoy:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. [...]