altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

 Spigolature / 4

11 ottobre 2006

1 commento

tag

categorie

Jeffery Deaver alla Libreria del Giallo. Domenica prossima 15 ottobre, festa di uno dei luoghi “cult” della narrativa milanese: la Libreria del Giallo. Gestita dalla coltissima e sempre disponibile Tecla Dozio, la libreria è da anni punto di ritrovo dei giallisti (sia quelli che scrivono che quelli che leggono) milanesi, e punto di sosta obbligato degli scrittori stranieri di passaggio. Domenica alle 11:00 in via Peschiera sarà il turno di Jeffery Deaver, noto per la serie di Lincoln Rhyme, e a seguire: cucina nera e criminale con Montse Clavé (Negra y criminal, Barcellona); aperitivo con sfizi e delizie, cozze (quasi) alla bretone (Fabio Montale – Jean-Claude Izzo), riso giallo con carne di… (Mario Conde – Leonardo Padura Fuentes); “Manuale pratico di cucina noir e criminale” e pranzo serale.

Le streghe son tornate! Wintersmith è l’ultimo romanzo della fortunatissima e spassosissima serie Discworld di Terry Pratchett, che in 21 anni ha accumulato 32 romanzi divisi in 6 sottoserie, 3 saggi, 2 libri illustrati, un numero imprecisato di racconti, un elenco semi-ufficiale di chiose, una cronologia degli avvenimenti, una convention e un vasto assortimento di gadget, tra cui mappe, francobolli, monete, edifici e personaggi in miniatura. Wintersmith si inserisce nel mio filone preferito, quello delle geniali witches la cui arma principale sono l’headology (“A sort of folk-psychology which can be summed up as “if people think you’re a witch, you might as well be one”. For instance, Granny could, if she wished, curse people. However it is simpler for her to say she’s cursed them, and let them assume she’s responsible for the next bit of bad luck that happens to befall them; given her reputation this tends to cause such people to flee the country entirely.”Wikipedia) e una massiccia dose di ironia e di buon senso. Non capita tutti i giorni di trovare libri che, oltre ad essere ben scritti e a prestarsi a svariati livelli di interpretazione, fanno sganasciare dalle risate una pagina sì e una no. Se vi viene la tentazione, seguite la reading order guide e magari leggeteli in inglese, le mini-serie migliori a mio parere sono quelle su witches e guards. Ovviamente posso prestarvi qualsiasi romanzo della serie.

Ebook gratis dalla BBC. La BBC, sempre all’avanguardia, offre gratuitamente alcuni racconti della serie Doctor Who, ispirati all’omonimo serial televisivo degli anni ’80. Gli ebook possono essere letti online, o scaricati nei formati PDF, Palm Reader, Microsoft Reader e Mobipocket.

1 commento

  • fullo
    13 ottobre 2006 #

    pratchett è uno dei miei autori preferiti, solo che a leggerlo in inglese, imho, si perdono (vuoi per una mia ignoranza) moltissimi giochi di parole :(… aspetterò le ottime traduzioni di salani