altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Spigolature / 13

30 novembre 2006

13 commenti

Matteo rinuncia alle slide dichiarando che “la filosofia del Barcamp è contro le slide ed è a favore della trasmissione puramente orale delle informazioni”. Non credo sia il caso specifico di Matteo, e comunque anch’io ho sempre un sacco di problemi a fare delle slide, mi chiedo però quanto sia “filosofia del Barcamp” e quanto cedere ai soliti vizi italiani: pigrizia, pressapochismo e scarso rispetto per il prossimo, clienti utenti o partecipanti a una conferenza, per quanto spontanea, che sia. All’estero infatti c’è chi la pensa diversamente.

C’è da chiedersi come Microsoft riesca a produrre software, almeno stando al bel post di Αριστοτέλης Παγκαλτζής (Aristotle Pagaltzis, hehe non ho resistito, usare UTF-8 servirà pure a qualcosa…) che riprende la questione del menu di shutdown di Windows Vista. Un sacco di link interessanti, tra cui l’imperdibile parabola dei due programmatori, datata 1985 ma (come tutte le parabole che si rispettino) perfetta per i giorni nostri.

Che fare se la vostra ragazza non crede al disastro prossimo annunciato? Altro bel link colto da Ryan Tomayiko sui nuovi survivalists australiani, che si stanno attrezzando per la fine del mondo come lo conosciamo, causa riscaldamento globale / esaurimento giacimenti di petrolio / ecc. Decisamente condivisibile. Io intanto ho rinunciato all’automobile, voi che state facendo?

Spigolature / 12

29 novembre 2006

20 commenti

Curiosando tra gli ultimi post raccolti dal nostro spider è saltato fuori un bel post di Tagliablog su Second Life, con immagini della sala conferenze virtuale di Sun Microsystems e un video (un po’ vuoto a dire il vero) della Second Life Liberation Army. Stavo giusto pensando l’altro giorno di farmi un giretto in SL, e avevo addirittura iniziato a salvare i link ai tutorial del suo linguaggio di programmazione, poi per fortuna la paura di ricascare in un’addiction come quella che ho avuto per Ultima Online (btw, ho ancora i miei account “congelati”, se vi interessano chiedete pure) mi ha ricondotto a più miti consigli.

Le architetture distribuite saranno il futuro, ogni tanto qualcuno (giustamente, imho) ne riparla e questa volta è il turno di Tim Bray. Parole sante, e abbasso i thread! (E viva libevent e spread). Sul blog di Joyeur intanto Jason mette i puntini sulla i di grid e fa le pulci ad Amazon S3. Già che siamo in tema, se state finendo scienze dell’informazione date un’occhiata al master di Tanenbaum, è in Olanda non costa molto e magari vi interessa (e sul CV fa una gran figura). Io ero stato ammesso due anni fa, perchè sono rimasto qui è una storia lunga.

Caymag cerca (per conto terzi, la Facoltà di Design del Politecnico di Milano) uno sviluppatore PHP. Bello vedere passare qualche offerta di lavoro anche qui in Italia, e oltretutto questa è “tempo a pieno” (sic), cosa rara di questi tempi. Sempre in tema PHP, Napolux e Giobi hanno lanciato PHPtips.it, blog dal formato decisamente commerciale che ospita “trucchi consigli e news dal mondo PHP”. Aggiornamento: con incredibile rapidità, Francesco segnala nei commenti che anche lui ha pubblicato un’annuncio di lavoro analogo ieri.

Altro che val di Taro...

25 novembre 2006

20 commenti

Lavorando sulla ricerca tra i post della classifica (è quasi finita, dovrei riuscire a metterla online oggi), mi è capitato spesso di vedere articoli duplicati. Approfondendo un po’, scopro che “Amici Amici”, un blog che si propone come blog locale della Val Taro, ha la brutta abitudine di riprendere pari pari contenuti da alcuni dei blog più letti. Certo, citano la fonte, ma quello che mi ha fatto insospettire è che i contenuti ripresi non finiscono mai in prima pagina ma sono solo nel feed, e si aprono in una pagina con frame che contiene pubblicità e navigazione di Amici Amici.

Un modo furbo e decisamente poco “etico” di migliorare il proprio posizionamento sui motori di ricerca e fare qualche soldo, a danno di chi i contenuti li produce. Oltretutto con la pubblicità non rientrano negli usi “non commercial” e quindi sono passibili di denuncia. Volete un paio di esempi? Eccoli

Appunti di viaggio e cultura

25 novembre 2006

Boh salta il BarCamp per un buon motivo: sarà in India per una conferenza internazionale. Rimedierà (per noi che restiamo a casa) raccontandoci le esperienze di viaggio e qualche aneddoto su usi e costumi indiani, con l’attenzione di chi in quel paese ha vissuto e lavorato per un paio di anni, e l’ha studiato a fondo per la maggior parte della vita. Stay tuned.

Ma come fate a sopportarlo?

23 novembre 2006

28 commenti

Parlo di Movable Type, MT per gli amici, e dei noti problemi a gestire i commenti (che volete, per un blog i commenti sono una funzionalità secondaria) e dei mitici “rebuild” che rigenerano un sito intero ogni volta che cambia una virgola. Come fate a sopportare un “coso” che si ostina a rifiutare un commento valido perchè “Too many comments have been submitted from you in a short period of time” (notate la spiegazione inglese, siamo su un blog italiano) solo perchè proviene da un indirizzo di Fastweb, senza tenere conto che l’indirizzo in questione è condiviso con qualche decina di migliaia di utenti italiani? Datemi retta, seguite il buon esempio e passate a WordPress (e magari installate anche Lightpress, và).

Il mio blog inglese

22 novembre 2006

4 commenti

Dopo quindici mesi di iato mi sono deciso a riesumare il mio blog inglese, principalmente per avere un posto dove pubblicare brevi articoli e un po’ di codice sulle tecnologie che sto utilizzando per la classifica dei blog. Ovviamente in Python. Ho anche colto l’occasione per dare al blog un nuovo look, facendo il porting su Lightpress del bel tema Cutline per WP, cosa che grazie alla flessibilità di Lightpress ha richiesto poco più di un’ora (scusate il pimping, ma devo stimolarvi a venire alla presentazione di LP al BarCamp).

Rileggendo i vecchi post mi sono reso conto di come sia cambiato il mio modo di fare blogging, e di quanto sia meglio avere qualcosa di proprio da dire, piuttosto che correre dietro alle chimere del corporate blogging, o cercare di instaurare un dialogo con gli A listers sui soliti, triti argomenti. Niente come un progetto e un bel po’ di tempo a lavorarci sopra per stimolare la creatività, anche e soprattutto per scrivere su un blog. Nel frattempo ho pubblicato il primo pezzo di codice, un client Python per l’eccellente motore di ricerca Sphinx.

PS – Appena riesco a comprarmi una macchina fotografica digitale, e a fare qualche foto, vedo di cambiare l’immagine dell’header. Quella che ho scelto è un po’ troppo autocelebrativa. Grazie comunque a Vanz per lo scatto.

Python client for the Sphinx search daemon

22 novembre 2006

I have just finished testing the first revision of a Python client for the excellent Sphinx search engine. You can download it from my Projects page, and discuss it on the Sphinx forum.

Back

22 novembre 2006

2 commenti

After a long hiatus, I have decided to resurrect this blog so that I have a space where I can publish about things I’m working on these days in Python. If you are curious about what I have done during the past fifteen months, you can have a look at Lightpress, my Italian blog, or at the Italian and Spanish blog rankings.