altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Cosa c'entra Israele con PHP?

28 luglio 2006

4 commenti

Le ripercussioni di quello che sta succedendo in Libano si sono fatte sentire anche nel bozzolo tradizionalmente poco sensibile agli avvenimenti politici degli sviluppatori Open Source: come riporta oggi Slashdot, uno dei core developer di PHP ha lasciato il progetto dopo sei lunghi anni di collaborazione. La mail di Jani Taskinen non fornisce spiegazioni, ma scorrendo l’archivio della lista php.internals non è difficile farsi un’idea di cosa sia successo. Questa la spiegazione di Andrei Zmievski:

He was ranting on IRC about Israel bombing a UN post in Lebanon. He used to do the same job for UN, by the way.

E questo il log della conversazione su irc:

Jul 27 17:16:21 _sniper_ I will also quit this project. As long as it’s backed by some Israel company, I don’t want to have anything to do with it.

La società israeliana in questione è Zend, costituita da Zeev Suraski e Andi Gutmans dopo la riscrittura completa del core di PHP per la versione 4.

questo post continua, leggi il resto

Aggiornamento server

26 luglio 2006

10 commenti

Poche novità in questo paio di giorni sulla top100 (che ormai si avvia a diventare una top 500), dato che il traffico sostenuto ha fatto un po’ soffrire il vecchio e stanco Celeron 900 che, oltre alla lista, ospita i blog miei e di Enrica e le nostre caselle di posta.

Mi è toccato quindi mettere le mani alla configurazione dei server HTTP, per sostituire Apache con qualcosa di più agile e leggero: due-tre lighttpd+fcgi sull’interfaccia di loopback, con davanti pound sull’indirizzo pubblico a fare da reverse proxy e smistare le richieste al servizio giusto, lasciando Apache a gestire solo l’accesso ai repository SVN. Dopo un po’ di smadonnamenti, ricompilazioni varie, e letture di man pages il più è fatto: da stasera tutto il traffico HTTP è smistato da pound, e la top100 gira su lighttpd con gli script di init come dio comanda.

questo post continua, leggi il resto

Mailing list per la lista dei blog

22 luglio 2006

5 commenti

Ci vorrà ancora un po’ prima che la lista dei blog abbia le sue pagine con post e commenti, quindi nel frattempo seguendo i consigli di Luca e Fullo ho aperto un gruppo su Google Groups.

Segnalazioni, commenti alle modalità di generazione delle statistiche, ecc. vanno lì. Il gruppetto di amministratori che possono aggiungere nuovi blog (e che in futuro potranno fare anche altro) è composto, oltre a me, dai sopracitati Luca e Fullo, e da Matteo.

Togliamo i blog senza feed?

19 luglio 2006

15 commenti

Prima di decidermi ad aggiungere alla base dati un campo (anzi due) per i feed di ogni blog, ho fatto girare uno script per vedere quanti feed non hanno un tag che permetta l’autodiscovery (la lista più giù) e mi sono accorto che alcuni blog, specie quelli su Splinder, oltre a non supportare l’autodiscovery non hanno proprio un feed. Passi per la mancanza di commenti, ma secondo me i blog senza feed non hanno diritto di stare in classifica, non sono blog. Che ne dite, li tolgo?

Tra le molte reazioni alla nuova versione della lista anche, ovviamente, qualcuna negativo come quella di Ubik che invoca i blog della Lipperini, Turani, ecc. Segnalazione giusta, blog prontamente aggiunti, non fanno però alcuna differenza dato che sono tra gli ultimi in assoluto. Il link Ubik non se lo merita dato che ha cancellato due commenti in cui rispondevo alle sue critiche.

questo post continua, leggi il resto

Diamo un'occhiata alla lista dei blog

18 luglio 2006

61 commenti

Anche se mancano ancora un sacco di funzionalità (feed, favicon, statistiche sull’andamento storico, tag, commenti, ecc.), ho messo in linea la nuova applicazione sulle statistiche dei blog italiani in modo da poter discutere e calibrare i dati. I settaggi utilizzati sono:

questo post continua, leggi il resto

Qualche lettore esperto di statistica? / 2

17 luglio 2006

4 commenti

Come deciso con fullo nei commenti al post precedente, ecco qui un piccolo archivio zip con il dump dei risultati in formato csv, excel e XML. I dati sono aggiornati a ieri, non sono ordinati, e ovviamente non rispecchiano l’organizzazione interna della base dati ma sono ilf rutto di una query ad hoc.

Riepilogo quello che dovremmo fare con i dati:

  • trovare un algoritmo per estrarre un valore per ogni blog, che rappresenti sia la posizione assoluta sia il peso relativo su ogni serie di dati; idealmente il valore dovrebbe essere compreso tra 0 (blog non presente nella serie di dati) e 1 (blog con il valore massimo per la serie di dati)
  • calibrare l’algoritmo in modo da bilanciare gli estremi delle serie, ad esempio fare sì che per la serie di dati di Technorati non venga fuori un valore in cui il blog di Beppe Grillo ha 1 (7000 link) e Fullo ha 0.07 (99 link)
  • sommare i valori risultanti da ogni singola serie di dati, assegnando dei pesi che esprimano la diversa importanza delle serie, ad esempio 1.5 per Technorati e PageRank, 0.75 per Alexa, 0.5 per i backlink dai motori di ricerca

Postate qui i risultati, se dovete dilungarvi in spiegazioni su algoritmi e dati, meglio scrivere un post sul vostro blog e fare un trackback qui, o mettere il link in un commento. Buon lavoro!

Qualche lettore esperto di statistica?

16 luglio 2006

11 commenti

Sto rifacendo l’applicazione dei top100 blog italiani, estesa in modo da tenere in lista più blog, e soprattutto integrare le misurazioni di Technorati, Alexa, Pagerank, Google, Google Blog Search e Yahoo!. Ogni fonte di dati ha una sua classifica separata, e la classifica generale compone per ogni blog le posizioni nelle diverse classifiche, assegnando un peso relativo ad ognuna in modo, ad esempio, che Technorati e il Pagerank valgano più dei backlink su Yahoo!

questo post continua, leggi il resto

Il nuovo client di Last.fm

15 luglio 2006

lastfm.jpgSe è un po’ che non fate un giro su last.fm, o a maggior ragione se ancora non l’avete mai provato, vale la pena mettere da parte qualche minuto e andare a dare un’occhiata.

L’Operation Depth Charge (il nickname dell’aggiornamento di luglio) ha infatti introdotto un nuovo client che è una vera e propria applicazione per gestire, taggare e ascoltare la vostra musica preferita. Anche il meccanismo di suggerimento di nuovi brani sembra funzionare molto meglio. Last.fm si conferma uno di quei (pochi?) servizi che fanno veramente apprezzare le nuove possibilità offerte dalla rete.