altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Sinceramente non capisco...

25 giugno 2007

14 commenti

tag

categorie

Sarò old style, ma sinceramente non capisco la politica web del Sole 24 Ore, che dopo aver lanciato i 100 blog ha rilevato (è notizia di oggi) il 30% di Blogosfere.

Un milione di utenti unici al mese non sono granchè, specie se distribuiti su più di 100 blog dai temi più disparati. Per fare un confronto con altre realtà europee, Blogo a ottobre 2006 (dopo l’acquisizione da parte di Dada hanno smesso di fornire i dati di traffico) faceva due milioni e mezzo di utenti unici su una ventina di blog, WeblogsSL in Spagna il mese scorso ne ha fatti quasi sei su meno di trenta blog. Blogosfere porta quindi a corredo pochi utenti, ma soprattutto una dispersione enorme di contenuti, e nessun primato su temi di massa (e quindi facilmente vendibili) come tecnologia, mobile, o web 2.0.

Può darsi che dietro alla strategia del Sole ci sia una pianificazione di lungo periodo, o sinergie immediate non facilmente visibili dall’esterno, ma sinceramente dal primo quotidiano economico e finanziario italiano mi aspetterei ben altro. Magari prendendo ad esempio (con le ovvie differenze di contenuti, target, e localizzazione) quanto fatto dal Lawrence Journal World, che negli ultimi anni ha fatto incetta di premi come migliore quotidiano online degli Stati Uniti, e ha segnato la strada su cui si sono avviati di recente colossi come il Washington Post e il New York Times. In poche parole, siti di altissima qualità, competenze interne e sviluppo rapidissimo, attenzione esasperata per il proprio pubblico, e una miriade di dati e notizie organizzate e facilmente consultabili per soddisfare gli interessi di nicchia e cogliere, collegare, e fidelizzare i propri lettori.

Tanto di cappello a Marco Montemagno, comunque, anche se non ho mai condiviso la sua visione del blogging e dei rapporti con i collaboratori.

14 commenti

  • Davide
    26 giugno 2007 #

    Tanto di cappello a Marco Montemagno, comunque, anche se non ho mai condiviso la sua visione del blogging e dei rapporti con i collaboratori.

    Confermo il tanto di cappello a Montemagno, anche se sarei curioso di sapere quale sia la sua visione del blogging e quali siano i rapporti con i collaboratori: ho perso il buzz in merito.

  • ludo
    26 giugno 2007 #

    Davide, non è buzz ma riflessioni personali su come è impostato il network, condite con le esperienze di persone che conosco che hanno lavorato o avuto rapporti con Blogosfere.

  • Luca Lizzeri
    26 giugno 2007 #

    Ludo, i dati riguardo a Blogo sono disponibili pubblicamente da Nielsen Netratings. A maggio erano 3,7 milioni di utenti unici e 22,3 milioni di pageviews.

  • ludo
    26 giugno 2007 #

    Si Luca grazie, ero solo troppo pigro per recuperare la login e andarmi a cercare i dati. Peccato comunque che abbiate smesso di pubblicarli, era comodo riceverlinell'aggregatore.

  • [...] C'è chi non capisce perché il Sole 24 Ore abbia comprato il 30% di Blogosfere. [...]

  • [...] Ayer me llegó la noticia por mail: IlSole24Ore, el diario económico de referencia en Italia compra Blogosfere, la segunda red de blogs en importancia en Italia. Según sus propios datos Blogosfere tiene unos 150 blogs y en torno al millón de usuarios únicos. Su enfoque es bastante distinto al nuestro: muchos blogs de muchas temáticas, un sólo blogger por blog, actualización menos constante, público muy disperso y a ver si hay suerte con alguna de ellas. [...]

  • Massimo Moruzzi
    27 giugno 2007 #

    Ludo, possibile che tu non capisca? ;-) Con questo acquisto possono incorporare un know how tipico delle practice più avanzate del web […] Se incorporassero davvero, ovvero spostassero tutto il sito su MT come fece anni fa about.com, forse sì avrebbero un senso le parole di cui sopra

  • Dario B
    27 giugno 2007 #

    Quanto manca a vedere un Sole24Ore in formato fully blog?

  • [...] Hace unos días me llegó la noticia por mail: IlSole24Ore, el diario económico de referencia en Italia compra Blogosfere, la segunda red de blogs en importancia en Italia. Según sus propios datos Blogosfere tiene unos 150 blogs y en torno al millón de usuarios únicos. Su enfoque es bastante distinto al nuestro: muchos blogs de muchas temáticas, un sólo blogger por blog, actualización menos constante, público muy disperso y a ver si hay suerte con alguna de ellas. [...]

  • Dario Salvelli
    28 giugno 2007 #

    D'accordo con te Ludo,ne ho scritto anche sul blog. Non l'ho capita l'acquisizione ma magari ne comprenderemo qualcosa in seguito,chissà.

  • Enrico
    1 luglio 2007 #

    L’unico ragione pensabile è appunto quella di un investimento a lungo termine con dei piccoli vantaggi già nel breve.

    Da come posso immaginare, l’acquisto non è solamente finalizzato a studiare il mercato, ma a mio parere ha l’obiettivo di recuperare risorse -in termini di persone professioniste- e materia prima -in termini di articoli e post- per portarseli in casa quando servono: e qui ci sarebbe una serie di motivazione da esaminare parecchio interessanti trattandosi di un acquisto proveniente da una testata giornalistica. Altro filone, piu piccolo ma sempre interessante è l’apertura di un neo-canale pubblicitario, seppur verso pochi utenti tutt’ora.
    L’acquisizione quindi non è cosi "poco capibile" anzi.. a conferma del forte interesse e delle motivazioni pensabili non mi stupirei che il Sole abbia un opzione per recuperare la maggioranza di blogosfere, se "il giochino" -per dirla in modo ironico- funziona.

  • davidonzo
    10 luglio 2007 #

    Forse il motivo dell’acquisto è proprio questo.

    Innanzitutto hanno preso una quota minoritaria, ma pur influente.
    Visti i numeri l’operazione non sarà costata tantissimo (in termini relativi eh…)

    IMHO a loro interessa acquisire il giusto know how. Una volta valutato l’investimento per implementare la cosa in diretto valuteranno l’opportunità di rilevare la quota di maggioranza di blogsfere o abbandonare l’investimento e fare qualcosa totalmente home made.

    Vedremo nel tempo :-)

  • ludo
    10 luglio 2007 #

    Mah, credo di essere stato il primo a parlare a Luca De Biase del know how tipico dei nanopublisher, parecchi mesi fa.

    Facevano prima ad assumere qualcuno che di nanopublishing se ne intende, in Italia c’è più di una persona, invece del 30% di una società che ha scarso know how tecnologico, e una visione del nanopublishing a mio parere un po’ grossolana.

    Vedremo in futuro comunque se e quanto questa mossa avrà un ritorno per il Sole…

  • Beppe
    31 agosto 2007 #

    Ma il prezzo di vendita si conosce?