altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Avvicinamento al mondiale / 3

6 settembre 2007

1 commento

Come in ogni sport di squadra, anche nel rugby riconoscere i giocatori sul campo è indispensabile per apprezzare lo svolgimento del gioco e capire alcune situazioni tattiche. La Gazzetta ha pubblicato qualche giorno fa un articolo (senza foto) sulle “stelle” delle squadre più importanti che vedremo nella Coppa del Mondo, che secondo me fa scelte un po’ scontate e “modaiole”: prendere come giocatore più rappresentativo degli All Blacks il capitano McCaw o dell’Inghilterra Wilikinson (già infortunato) non richiede molta fantasia, e giocatori come Burger e soprattutto Chabal (che tra parentesi non è nel quindici titolare) sono dappertutto e fanno impressione per lo sfoggio di potenza fisica, ma non credo saranno tra le stelle del mondiale. Provo quindi a compilare anch’io una lista dei giocatori che più mi hanno colpito in questi mesi, arricchendola di qualche notiziola stupida che possa servire a farvi ricordare i personaggi. Anche se a fine mondiale non ci avrò azzeccato, magari vi sarà servita per apprezzare meglio qualche partita.

questo post continua, leggi il resto

Avvicinamento al mondiale / 2

5 settembre 2007

Vedo dalle statitistiche di accesso che ci sono utenti in arrivo da Google alla ricerca di informazioni su dove vedere le partite del mondiale di rugby. Ecco alcuni dei locali milanesi, per tutte le altre località fate riferimento al thread su rugby.it (16 pagine a oggi).

L’unico locale dove sono stato è il Football English Pub di via Valpetrosa, che ha sia Sky inglese che la BBC e un pubblico in prevalenza anglosassone (almeno per il Sei Nazioni). Abbastanza comodo (metro Duomo o qualsiasi tram per via Torino/Cordusio), maxischermo un po’ sbiadito e televisori decisamente più nitidi, personale poco affabile ma poteva essere una giornata storta.

Altri locali sicuri il Pogue Mahone’s, pub irlandese all’inizio di corso Lodi, che dicono essere molto piccolo; The Friends, in Viale Monte Santo 12 (zona piazza Repubblica); Aux Vieux Strasbourg in via Golgi angolo via Strambio (zona Politecnico / Città Studi), che ha anche una selezione non male di birre (ma non rispondono alle email e non si trova il telefono).

Io venerdì penso di andare all’ultimo dei locali qui sopra, se decidete di vedervi la partita di apertura fatemi un fischio.

Visual Basic per il Web

5 settembre 2007

7 commenti

So che la definizione farà storcere il naso a parecchia gente, ma sono sempre più convinto che uno dei maggiori punti di forza di Django sia di essere una sorta di Visual Basic per le applicazioni web. Un effetto forse non previsto della eccellente interfaccia di amministrazione preconfezionata, che rende di fatto Django un eccezionale toolbox per generare rapidissimamente interfacce di qualità per basi dati.

Per intenderci, quel tipo di applicazioni che in ambiente Enterprise vengono tradizionalmente realizzate (in ordine di schifezza crescente) con Visual Basic, Domino, Microsoft Access o quegli agghiaccianti fogli Excel salvati su una cartella condivisa che vi sarà capitato di vedere più di una volta (non c’è limite alle aberrazioni: giuro di aver visto un progetto in cui Excel veniva utilizzato per i diagrammi di flusso e di rete). Applicazioni che in Django sono semplicissime da sviluppare, con l’enorme vantaggio di avere una vera base dati relazionale alle spalle, e un’interfaccia web flessibile, intrinsecamente multiutente e scalabile.

Già che siamo in tema, per dopodomani mattina devo presentare una scaletta per un tutorial in italiano su Django, da comporre in tre-quattro articoli che verranno pubblicati su una nota rivista. Sto pensando di fare il tutorial sulla creazione di un blog, se avete consigli più originali o interessanti fatevi sotto.