altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Viva l'iniziativa privata...

7 ottobre 2008

3 commenti

tag

categorie

Poco fa venendo in ufficio mi è cascato l’occhio su una bici legata ad un palo, con un bel cartello appeso al manubrio che recitava “Una macchina in meno”. Sante parole, anche se sarebbe meglio non affidare certe questioni esclusivamente all’iniziativa privata.

Mi sa purtroppo che ci toccherà invece abituarci a giornate di ordinaria follia come quella di ieri, con il solito corredo di cafoni (“ci si rende conto di quanto un italiano medio non sia disciplinato e non abbia il minimo interesse per il mantenimento dell’ordine e la calma e anzi cerchi di prevaricare sugli altri a spintoni”), e un po’ di fai-da-te all’italiana (“Attraverso e mi metto a percorrere viale Palmanova superando – a piedi – un paio di autobus stracarichi di gente: So long suckers!”).

3 commenti

  • Marcob
    7 ottobre 2008 #

    Ogni tanto la domenica mattina vado a fare delle gare di corsa con un amico. Mi porta sempre lui in macchina e queste corsette sono di una decina di km. Ebbene, praticamente ogni volta questo mio amico litiga con l'organizzazione perché non lo lasciano parcheggiare abbastanza vicino alla partenza e gli tocca fare cento o duecento metri a piedi. Al colmo dell'ironia, appena arrivato comincia a fare degli scatti di riscaldamento. Ho provato a dirgli una volta "Ma scusa, che ti frega? Stiamo andando a fare 10 km di corsa, facciamo 100 metri in più prima, no?" Risposta: "È una questione di principio...". Senza parole...

  • Sergio
    7 ottobre 2008 #

    Alle volte non ci si rende veramente conto di quanto sia piccola Milano se misurata a piedi. Sarà che mi piace camminare e che odio stare fermo nel traffico consumando costosissima benzina.
    Le biciclette, in certe ore e in certe vie, sono veramente più veloci delle auto.
    Ci si può lamentare della mancanza di piste ciclabili, ma se alla fin fine nessuno è disposto a rinunciare alle "comodità" dell’automobile non si va lontano.
    Allo stesso modo anche i mezzi pubblici sono molto criticabili: si guastano, sono pochi… ma se nessuno li usa siamo da capo.

    Penso proprio che sia necessario smettere di lamentarsi e ingegnarsi in proprio, perché nessuno dall’alto arriverà con la soluzione pronta.

    Comunque si: per essere la città dell’expo e locomotiva d’Italia andiamo proprio male…

  • Beppe
    8 ottobre 2008 #

    A Torino siamo al punto che l'autista del bus ha l'autorità di fotografare gli indisciplinati automobilisti che osano invadere la sua corsia. A fine giornata le immagini vanno ai vigili urbani che puntigliosamente ti inviano una sorridente multa da 74 euro