altre destinazioni

vedi anche

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Grazie, la7

27 febbraio 2009

4 commenti

tag

categorie

Stasera al Parco dei Principi si gioca Francia – Galles, probablimente la partita più importante del torneo e la più importante dell’anno nell’emisfero nord. La7, che da anni ha i diritti del 6 nazioni e si vanta spesso (con qualche ragione) di aver fatto molto per la diffusione del rugby nel nostro paese, stasera trasmetterà

  • Otto e mezzo condotto da Lilli Gruber, ospite il ministro Bondi; e a seguire,
  • Niente di personale condotto da Antonello Piroso, durante il quale sarà presente in studio Iuri Chechi e verrà trasmessa una intervista a Cesare Romiti

Immagino che lo share di ascolto raggiungerà picchi altissimi, decisamente superiori a quelli possibili trasmettendo una partita imperdibile per tutti gli appassionati di rugby del nostro paese. Certo, la partita sarà trasmessa in streaming dal sito de La7, ma funzionerà davvero? E soprattutto, quando si vedrà del gioco su una finestrella 240×320?

Non so niente di La7, ma traslando l’esperienza (purtroppo) accumulata in questi anni di lavoro in aziende medie e grandi del nostro sfigatissimo paese, posso benissimo immaginare che dietro una (non) decisione di questo tipo ci sia la solita catena di manager poco competenti e ancor meno intelligenti, che mai si sognerebbero di prendere una decisione “fuori dagli schemi”, tanto più se questa rischiasse di scontentare un ministro della Repubblica e un paio di conduttori con qualche aggancio politico.

E già che ci siamo, mi tolgo un altro sassolino dalla scarpa: cari registi di La7, il commento dell’arbitro durante la partita non fa solo costume, ma è fondamentale per la corretta comprensione di quello che succede in campo. Non ci vuole molto per rendersene conto anche non sapendo nulla di rugby, basta sintonizzarsi sulla BBC e vedere come viene trattato da loro. Abbassare l’audio dell’arbitro in trasmissione (e il rumore di fondo del pubblico) tanto da renderlo quasi inudibile è un pessimo servizio che fate al mondo del rugby. Così come il rumore di fondo dello stadio, che non serve alla comprensione del gioco ma ad immergersi nell’ambiente, fatecelo sentire se possibile. Anzi fate così: sul digitale terrestre dateci un canale con solo l’audio del feed internazionale, senza il commento. Che di sapere chi ha incontrato il Calvisano ultimamente, chi era il papà del giocatore tizio o il nonno del giocatore caio, specie quando sul campo ci sono azioni concitate, sinceramente ne farei volentieri a meno.

Un piccolo appunto anche per chi organizza le partite al Flaminio: dobbiamo per forza esibire la nostra pressapocaggine anche quando non serve? Annunciare con enfasi gladiatoria l’ingresso in campo e i nomi dei giocatori su altoparlanti che starebbero meglio in cima a un Ape car e sono assolutamente incapaci di riprodurre un suono senza distorcerlo orribilmente, fa tanto sagra di paese e poco partita del 6 nazioni, specie a confronto di quello che succede all’estero.

4 commenti

  • orangeek
    27 febbraio 2009 #

    quoooooooto.

  • Alberto Mucignat
    27 febbraio 2009 #

    right, daccordo su tutto. anche sul flaminio, ché l'ultima volta hanno pure tagliato gli inni irlandesi, una cosa che non si è mai sentita da noi (mentre all'estero ce lo tagliano sempre l'inno, però al flaminio sono sempre stati suonati tutti completi, che io mi ricordi...).

  • Gozzo
    28 febbraio 2009 #

    Grande partita, però! Un finale al cardiopalma, questo sì che è vero Sport!

  • Claudia Greco
    3 marzo 2009 #

    Spazi pubblicitari sul tuo sito : qix.it
    Caro Proprietario del Sito,
    Vorremmo acquistare spazi pubblicitari sul vostro sito per i nostri clienti. Qualora fosse interessato, la prego di volermi contattare per discutere la proposta nei dettagli .

    La ringrazio e la saluto cordialmente,

    Claudia Greco