altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Gola profonda

30 giugno 2010

No, non questa qui, ma un nuovo servizio lanciato dal team di Liquida: Wikideep, un bel motore di ricerca per pescare contenuti dai wiki sparsi per la rete. E’ un servizio davvero ben fatto, anche dal punto di vista tecnico (che è poi quello che a me intriga di più): nei miei passaggi periodici in Liquida ho avuto occasione di parlarne con Pio che l’ha sviluppato, e spero che prima o poi pubblichi qualcosa sull’architettura di Wikideep perchè ne varrebbe davvero la pena. Nel frattempo, andate a dargli un occhiata.

Technorati apre ai microformats

1 giugno 2006

1 commento

Tantek Celik, il papà dei microformati, ha appena annunciato due nuovi servizi di Technorati: Microformats Search e Pingerati. Peccato, ne avevamo discusso con Antonio Cavedoni l’anno scorso, poi non se ne era fatto più niente. Una buona occasione persa per anticipare gli americani.

Ufffff

29 dicembre 2005

9 commenti

Non mi piace tanto Rubel (più che altro mi annoia), e quindi ieri mi sono trattenuto dal rilanciare la sua notizia su come leggere — quasi — per intero i libri catalogati in Google Books. Poi poco fa leggo il post di ZetaVu sullo stesso argomento, che oltre a travisare il senso di hack mostra di non avere non solo capito, ma nemmeno letto quanto pubblicato su Micro Persuasion.

Vabbé che di solito in campo tecnologico i giornalisti di Repubblica non ci beccano mai, ma la notizia non è che OReilly pubblica una collana di hack books, ma che i libri su Google Print si possono leggere per intero. Ma quand’è che gli editori italiani si convinceranno che per scrivere di tecnologia ci vogliono una preparazione ed un’esperienza professionale specifica? Analoga osservazione in altro campo mi faceva ieri sera Enrica.

Yahoo! acquista delicious

9 dicembre 2005

4 commenti

In perfetta progressione dopo gli acquisti degli ultimi tempi (uno per tutti Flickr), Yahoo! ha appena acquistato del.icio.us. Mentre Google continua a coltivare ambizioni da grande fratello e i suoi PhD sfornano un flop dopo l’altro (come Google Reader, o l’adattamento fallimentare di Urchin in Analytics), Yahoo! sembra muoversi meglio (capitalizzazioni in borsa a parte) acquistando servizi usati e amati da tutti senza per questo espropriarli della loro identità. via

Google e copyright

25 novembre 2005

2 commenti

Stanotte rimuginavo sul nuovo filtro per licenza che Google ha aggiunto alle funzioni di ricerca avanzata, e mi chiedevo se qualcuno ne aveva già intuito le possibili, inquietanti, ramificazioni che possono essere riassunte così:

  • Google ha già tutti (o quasi) i contenuti disponibili su web
  • ovviamente indicizzati e correlabili per argomento e parole chiave
  • ed ora dispone anche delle informazioni sulla licenza con cui sono rilasciati

Cosa impedisce in un futuro prossimo a Google di incrociare questi dati per scoprire violazioni di licenza, identificando citazioni improprie, duplicazioni illegali di contenuti, e remixing troppo spinti o illegali? Sarebbe ironico che dopo il bailamme di Google Print, sia proprio Google a fornire uno strumento per l’enforcement del copyright, gratuito o a pagamento.

In questo periodo sto rimuginando non poco sul controllo che Google sarà sempre più in grado di esercitare sulle nostre vite, attività e gusti. E non solo gli esempi ovvi come Analytics con cui (se mai funzionerà a dovere) Google saprà fin nei minimi dettagli chi (il cookie immortale che vi beccate quando fate una ricerca o usate un servizio di Google) visita cosa, o la pericolosità di Google cache da cui a distanza di anni può saltare fuori un contenuto che per voi da innocuo si è trasformato in qualcosa di pericoloso.

Google acquires God

26 settembre 2005

2 commenti

Sono troppo pigro per tradurre, se avete tempo fate voi nei commenti e.r. ha rimediato nel primo commento qui sotto. Testo completo e repliche in questo thread, via Popagandhi che nello stesso post segnala anche Tiramisutra, un servizio di consegna di tiramisu a domicilio con la simpatica tagline Il dolce che solleva gli elefanti. Purtroppo solo a Singapore…

MOUNTAIN VIEW, Calif. – September 25, 2005 – Google Inc. today announced that it has acquired God. This acquisition provides Google with God’s entire intellectual property, including the knowledge of everything that is, everything that has been, and everything that will be. Financial terms of this transaction were not released.[...]

The company made no comment on the rumours that Google Maps would be expanded to include heaven, or that Google Talk would include the new Prayer protocol, other than to confirm that both items would be PC only, although a spokesman did stress that Google hoped to extend the benefits of being able to directly plead with the saints for intercession to Mac users ‘at some point before the end times’.

Il master plan di Google

22 settembre 2005

3 commenti

Google master planCurioso il master plan di Google realizzato su pannelli cancellabili, fotografato ieri da Niall Kennedy all’ingresso di uno degli edifici del campus.

Sul master plan, una casellina per ogni servizio che i dipendenti di Google immaginano venga sviluppato. Di fianco a ogni servizio esistente un segno di spunta (news, chat, IM, blogs, ecc.), e come potete vedere un sacco di caselline ancora da sviluppare per raggiungere la world domination.

questo post continua, leggi il resto

Google Blog Search

14 settembre 2005

Google ha annunciato poco fa il suo nuovo motore di ricerca per i blog, che dovrebbe aprire oggi ovviamente in beta. Anche se la ricerca sembra sia limitata ai feed, si preannunciano tempi duri per Technorati, Feedster e compagnia.