altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Nuovo aggregatore: Rojo

9 settembre 2005

Il ritorno dalle vacanze è il momento giusto per fare un po’ di pulizia: dopo il trasloco di Qix.it e di questo blog, è toccato all’aggregatore. Il derivato di FeedOnFeeds che uso da anni è troppo pesante per un ambiente di hosting condiviso.

Un aggregatore desktop non è abbastanza, dato che uso computer diversi sia a casa che in ufficio e non potrei tenerne più copie sincronizzate (e oltretutto uso Linux). Bloglines oltre a non piacermi granchè ha seri problemi con i proxy dell’ufficio, dove è praticamente inutilizzabile. La scelta è così caduta su Rojo, che in queste prime ore di utilizzo mi sta sempre più convincendo. Pulito, essenziale, e con un ottimo supporto alle tag sia per i feed che per i songoli articoli, che possono essere salvati tipo del.icio.us. Se siete alla ricerca di un aggregatore web provatelo, ne vale la pena. Prossimamente il post sulle vacanze.

Echi da OSCON

3 agosto 2005

1 commento

Difficile per noi italiani frequentare le conferenze oltreoceano, anche quelle importanti come la O’Reilly Open Source Convention che si sta tenendo in questi giorni. Ci tocca quindi rimediare con i resoconti di chi c’era, come Matt Raible segnalato dal sempre più affidabile lesscode.

Scorrendo velocemente le trascrizioni, colpiscono in particolare:

Lesscode

28 luglio 2005

L’ho consigliato su Qix qualche tempo fa ma non fa male ripeterlo qui: se vi interessa l’evoluzione prossima futura del Web e volete controbilanciare un po’ i troppi post di PR o dei soliti egomaniaci, fatevi un giro su lesscode.org. Particolarmente consigliati: Web Thinking, Web Architecture Roundup, Motherhood and Apple Pie.

ReST, Web Services e Slashdotting

19 luglio 2005

Sam Ruby: “If one views a wiki as a state machine, then being able to do a redirect is effectively changing the programming of the application.” O come sopravvivere a Slashdot con una riga di codice, e trarne illuminanti deduzioni sulla potenza di ReST e il catafalchismo delle soluzioni che predominano in ambito Enterprise.

Troppe novità di questi tempi per tenere aggiornati i miei blog con un po’ costanza, prima o poi riuscirò ad avere un po’ più di tempo e magari raccontarvi cosa bolle in pentola.

E qui mi smentisco...

8 luglio 2005

2 commenti

Dopo aver proclamato al mondo (o ai miei 5 lettori) che non ne posso più di blog che parlano di Firefox e motori di ricerca, eccomi qui a scrivere della nuova Google Toolbar per Firefox.

Ci siete cascati? Perchè invece di un pedìssequo annuncio come se ne vedranno tanti in questi giorni, vi segnalo la breve analisi di Simon Willison che, spacchettato il codice XUL della toolbar, ha trovato alcune chicche interessanti:

  • il controllo ortografico utilizza un servizio XML su HTTP
  • il pagerank è ottenuto con una richiesta HTTP a un servizio di Google, cui viene passato un hash
  • il valore di seed dell’hash è una presa in giro degli scammer che sicuramente saranno tra i primi ad usare il servizio fuori dalla toolbar
  • la variabile principale nella funzione che computa l’hash è una citazione diretta da Spaceballs

Anche gli sviluppatori di Google, come quelli della kernel Linux, hanno il senso dell’umorismo…

Textarea ridimensionabile per Firefox

1 luglio 2005

Segnalato poco fa da Gadgetopia un nuovo plugin per Firefox, che permette di ridimensionare le aree di testo di una qualsiasi form. Molto utile specie quando si scrivono articoli lunghi su WordPress o simili.

Backpack, Google Accelerator, HTTP

6 maggio 2005

As often happens, Sam Ruby saved me from wasting too much time idly browsing the web (no energy to work on more important stuff on Friday night) with his latest post: This Stuff Matters. Sam links to a post by Robert Sayre on the Google Accelerator / Backpack mess (If you’re going to do RPC, have the courtesy to tunnel it through POST), which in turn links to Ajax Considered Harmful, which links to the “Just” use HTTP presentation Sam gave at ETCON 2005.

If you do web development (or any kind of development since you can’t escape HTTP nowadays) and have not seen it, take a half hour to do so. It’s full of great advice and interesting facts, a few of which you may be familiar with, while others will be a surprise. The four-sentence summary is:

  • Comparing characters and uris is surprisingly more difficult and important than you might otherwise imagine (think: security holes)
  • Layering is the problem, not the solution
  • You won’t find reality in any specification
  • Spec authors are responsible for the confusion that they create

There’s always a subtle and evil sense of satisfaction in watching the successful ones take a beating for programming or architectural errors you would not make. Of course, working harder and being in their place would be much more rewarding. :)

Best of Flickr

19 aprile 2005

Apri questa foto su Flickr
Segnalato stasera da Jeremy Zawodny, flickrStats fa il punto su quanti elaborano i dati di visualizzazione di flickr per creare classifiche delle foto più popolari o analizzarne la composizione sociale. Grazie a liste come questa scopriamo ad esempio che la foto a fianco è la più “favorita” di flickr.

Le foto più belle e le “classifiche” più attendibili restano sul sito di Greenspun photo.net, anche se flickr ha il pregio della spontaneità delle immagini e della facilità e piacevolezza d’uso.