altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Finalmente anche l'Italia

28 agosto 2006

E finalmente anche l’Italia entra a far parte del circo del Web 2.0: i romani di Mad4Milk sono stati acquisiti da hanno iniziato a collaborare con Freewebs, e la notizia è riportata nientemeno che da Om Malik e Yahoo! Finance. I ragazzi di Mad4Milk sono conosciuti per moofx, una libreria di effetti per Javascript leggera e potente, e hanno fatto recentemente parlare di sé per Mooglets, un bel sistema di widget web che utilizzano, appunto, la loro libreria. In passato avevano anche fatto circolare dei video di un sistema di blogging/CMS in PHP che, mi sembra, non ha mai visto la luce. Complimenti, e speriamo che finalmente si inizi a muovere qualcosa anche qui da noi.

Amazon EC2

24 agosto 2006

1 commento

Conoscevo già Amazon S3 (il servizio di storage combinato con HTTP e Bittorrent), ma EC2 — o ComputeCloud — sinceramente mi era sfuggito, ed è una di quelle novità in grado di rivoluzionare il panorama dell’hosting per le applicazioni web. Avete presente VMware, il software con cui far girare più macchine virtuali dentro una singola macchina fisica (desktop, notebook, server)? Bene, elevate lo stesso concetto all’ennesima potenza, spalmatelo sui datacenter di Amazon che garantiscono prestazioni e affidabilità che pochi possono vantare al mondo, aggiungete dei Web Service di interfaccia per inviare e configurare le macchine virtuali, ed avete EC2.

questo post continua, leggi il resto

Il nuovo client di Last.fm

15 luglio 2006

lastfm.jpgSe è un po’ che non fate un giro su last.fm, o a maggior ragione se ancora non l’avete mai provato, vale la pena mettere da parte qualche minuto e andare a dare un’occhiata.

L’Operation Depth Charge (il nickname dell’aggiornamento di luglio) ha infatti introdotto un nuovo client che è una vera e propria applicazione per gestire, taggare e ascoltare la vostra musica preferita. Anche il meccanismo di suggerimento di nuovi brani sembra funzionare molto meglio. Last.fm si conferma uno di quei (pochi?) servizi che fanno veramente apprezzare le nuove possibilità offerte dalla rete.

Web 2.0: la visione di Yahoo!

14 giugno 2006

4 commenti

Photo_061406_001.jpgSiamo alla presentazione dei servizi Web 2.0 di Yahoo! a le Biciclette qui a Milano, grazie a Luca che ci ha girato un paio di inviti.

Massimo Martini, General Manager di Yahoo! Italia, sta introducendo la sessione parlando in maniera abbastanza generica di Web 2.0 (“flickr è un blog fotografico”). Vi terremo aggiornati man mano che la sessione procede. Per ora ho apprezzato le sfogliatelle alla crema e la connessione WiFi che funziona. Le foto di oggi ovviamente su Flickr.

questo post continua, leggi il resto

Le slide di XTech

21 maggio 2006

UN bel post di Matt Croydon che raccoglie presentazioni e articoli presentati a XTech 2006. Tra le più interessanti dal mio punto di vista, Caching Web 2.0 di Mark Nottingham e JavaScript 2 and the Future of the Web di Brendan Eich, il papà di Javascript.

Infogami

1 marzo 2006

8 commenti

C’è chi (esagerando) lo definisce il Backpack killer. Sto parlando di Infogami, il nuovo sito di Aaron Swartz aperto al pubblico qualche ora fa che offre semplici wiki+blog gratuiti. Per chi non lo conoscesse, Aaron è l’autore di webpy, l’anti-framework in Python con cui è stato riscritto in pochi giorni Reddit.

Infogami non è un prodotto finito, e nemmeno una delle tante “beta” cui ormai siamo abituati, ma un vero e proprio “sviluppo in pubblico”.

This wasn’t supposed to be a “launch”. Infogami isn’t done; in fact, I wouldn’t even say it’s “beta”. Frankly, it’s just at the point where it’s barely usable. Normally, a company would toil away on the product in private for months, making sure it had all the right features, and then test it with a small group of people. But that didn’t seem like much fun, so I decided to take a chance and do something different — I decided to do the rest of developing it in public.

Ho provato rapidamente Infogami poco fa e, anche se la grafica lascia parecchio a desiderare e le funzionalità sono ancora parecchio limitate, sembra comunque facile da usare e con enormi margini di miglioramento. La flessibilità di webpy (di cui vi ho parlato settimana scorsa) e la dinamicità di Aaron fanno ben sperare, se ne volete sapere di più fatevi un giro e date un’occhiata al blog ufficiale.

Dot-com 2.0

1 marzo 2006

1 commento

Dove sono finito?

9 febbraio 2006

11 commenti

Riemergo dopo quasi un mese e mezzo di silenzio dovuto, nell’ordine, a:

  • cambio di lavoro, con tutti gli sbattimenti di colloqui e documenti necessari, e lo stress di un ambiente nuovo
  • pessima forma fisica accompagnata da influenze varie
  • restituzione del glorioso Thinkpad T30 aziendale, e conseguente arrabattamento per assemblare un PC utilizzabile dai pezzi sparsi nei cassetti
  • scazzo generale di fine/inizio anno

Niente di grave quindi, solo un periodo di cambiamenti e sbattimenti pratico/organizzativi, che spero sia avviato a conclusione. Del lavoro riparlerò forse in seguito, sia di quello vecchio (in Banca Intesa — organizzazione con una burocrazia ed un approccio al lavoro a dir poco kafkiano) che di quello nuovo.

Mentre aspetto la liquidazione sperando che avanzi qualcosa per comprare un Thinkpad X30 su Ebay, ho ripreso in mano l’amato Python grazie anche a webpy e alle recenti discussioni del BDFL (il Benevolent Dictator For Life che ha creato Python, ora a Google) sui framework web. A proposito di web, vi consiglio caldamente gli appunti di Simon Willison dal Future of Web Apps Summit, dove si sono riuniti alcuni dei più bei nomi tra quelli che il web lo fanno per davvero.