altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Il nuovo Google Reader

29 settembre 2006

3 commenti

La nuova interfaccia di Google ReaderIncredibile il tempismo di Google: a poco più di una settimana di distanza dal disastro di Rojo lancia una nuova interfaccia per Reader — il suo aggregatore — meno esotica e sicuramente più appetibile per gli utenti “normali”. Il nuovo Reader aggiunge anche, finalmente, alcune funzionalità indispensabili: il numero di nuovi post e la possibilità di marcare come letti tutti i post di una tag e di un feed. Finalmente un aggregatore decente, speriamo solo che Google si decida ad abbreviare i tempi di aggiornamento dei feed, che non sono proprio spettacolari.

Come mandare a p***ane un servizio

18 settembre 2006

Alla fine si è scoperto che Rojo non è morto, ma in corso di aggiornamento ad una nuova versione. Bravi, complimenti! Due giorni di fermo, e quando si degnano di far ripartire il servizio si scopre che la nuova versione è molto meno usabile della precedente, e così piena di bachi da essere inutilizzabile. E come ciliegina sulla torta, quando per disperazione si decide di provare un altro aggregatore, si scopre che ci sono un sacco di feed che Rojo ignora silenziosamente, senza recuperarne gli articoli.

Evidentemente il team di Rojo (o quei furboni di Six Apart, chissà) sta sperimentando un nuovo approccio allo sviluppo software: niente metodologie agili che fanno troppo fighetto Web 2.0, e per carità change management e test di QA lasciamoli a chi è ancora impelagato nei processi Enterprise. Loro sono meglio: per cominciare non avvisano neanche gli utenti, tanto siamo dei luser, poi fermano tutto un paio di giorni per aggiornare con calma, e se il servizio quando torna su è inutilizzabile, beh correggeranno gli errori e ripeteranno una iterazione (non avvisare, fermare, scassare).

Credo che se RojoSix Apart continua così, di utenti ne resteranno ben pochi. Peccato, perchè Rojo è (era) l’aggregatore più usabile, nessun altro permette una lettura così comoda e veloce di centinaia di notizie.

Se avessi tempo...

17 settembre 2006

12 commenti

Se avessi tempo svilupperei un aggregatore web-based, to scratch an itch, che più che un prurito sta diventando un’infiammazione purulenta: Rojo è giù da ore, e non è la prima volta che succede. L’acquisto da parte di Six Apart non ha portato bene. Se avessi tempo userei le API di Google Reader e dojo, credo che verrebbe fuori qualcosa di carino. E no, Bloglines non mi piace per niente, e gli aggregatori desktop non si sincronizzano tra copie diverse.

A chi interessa un aggregatore?

9 ottobre 2005

27 commenti

Da quando ho mollato il mio aggregatore personale web-based causa intasamento del server, mi trovo un po’ in difficoltà: Bloglines non funziona dall’ufficio (storie di proxy e filtri) e comunque ha un’interfaccia che non mi piace e problemi con molti feed, Rojo è fatto molto bene ma si perde i messaggi e ha tempi di aggiornamento ridicoli, Google Reader è un virtuosismo poco utilizzabile, gli altri aggregatori web sono poco evoluti e quelli desktop non sincronizzano tra diverse macchine (e comunque uso Linux).

Un aggregatore web-based non è difficile da fare, quello che serve è un server da poter utilizzare più o meno in esclusiva, dato che processare feed è un’attività decisamente pesante (su TextDrive ad esempio gli amministratori fustigano regolarmente gli utenti pescati a usare FeedOnFeeds).

questo post continua, leggi il resto

Nuovo aggregatore: Rojo

9 settembre 2005

Il ritorno dalle vacanze è il momento giusto per fare un po’ di pulizia: dopo il trasloco di Qix.it e di questo blog, è toccato all’aggregatore. Il derivato di FeedOnFeeds che uso da anni è troppo pesante per un ambiente di hosting condiviso.

Un aggregatore desktop non è abbastanza, dato che uso computer diversi sia a casa che in ufficio e non potrei tenerne più copie sincronizzate (e oltretutto uso Linux). Bloglines oltre a non piacermi granchè ha seri problemi con i proxy dell’ufficio, dove è praticamente inutilizzabile. La scelta è così caduta su Rojo, che in queste prime ore di utilizzo mi sta sempre più convincendo. Pulito, essenziale, e con un ottimo supporto alle tag sia per i feed che per i songoli articoli, che possono essere salvati tipo del.icio.us. Se siete alla ricerca di un aggregatore web provatelo, ne vale la pena. Prossimamente il post sulle vacanze.