altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Spigolature / 9

24 ottobre 2006

3 commenti

Chi controlla i controllori? Pare che la Comunità Europea, che dovrebbe essere tra gli organismi preposti alla tutela del diritto d’autore, stia violando da anni la proprietà intellettuale di Systran, la società francese leader mondiale nello sviluppo di software per la traduzione automatica. Secondo Bruno Giussani di Lunch over IP, che riporta i dettagli dello scandalo in divenire, sarebbe un po’ come se la CEE avesse deciso di apportare modifiche a Windows, dando in appalto il progetto a una società terza senza nemmeno consultare la Microsoft.

Il nuovo Acrobat. Si chiama Digital Editions il successore di Acrobat, rilasciato in beta dalla Adobe per Windows e prossimamente disponibile su tutte le altre piattaforme. Il nuovo programma introduce finalmente il reflow del testo per adattare la pagina alle dimensioni dello schermo, una funzionalità indispensabile per leggere su smartphone e palmari, ed è decisamente orientato verso la fruizione di ebook. Dai tanti segnali di questo periodo, non è azzardato ipotizzare che gli ebook si stanno avviando a diventare un fenomeno di massa. Restano le perplessità sullo schema DRM proprietario. Maggiori dettagli sul sempre interessante TeleRead.

Un BarCamp affollato. Gaspar si chiede — giustamente — come e se si riusciranno ad accomodare le 25 e più sessioni previste nell’unica giornata del BarCamp di Torino. Secondo me, dato che molte sessioni sono iperspecialistiche e avranno un pubblico limitato, non avranno bisogno dello spazio di una sala ma si trasformeranno in chiacchierate di poche persone introno a un portatile, e potranno quindi essere programmate in parallelo. Il distributed computing è la via del futuro…

Note dal BzaarCamp

1 ottobre 2006

10 commenti

Come ben sa chi al BzaarCamp di ieri c’era — e chi doveva presentare insieme a me e ha aspettato fino all’ultimo — sono arrivato in ritardo di sette ore, e rimbambito dalla preoccupazione per la nostra cana grande che è stata operata d’urgenza e (speriamo) ripresa per un pelo quando ormai era più di là che di qua.

Le mie considerazioni sull’evento sono quindi parziali e un po’ annebbiate, grazie anche al principio di influenza che si è poi manifestata stanotte, ma decisamente positive: come sempre in queste occasioni la cosa più piacevole è dare un volto, una personalità e una voce a chi abbiamo solo letto su blog, newsgroup e mailing list.

Ieri ad esempio ho scoperto che Python in Italia abita a Treviglio, e che Lawrence e Valentino sono molto meno seriosi di quanto mi ero immaginato leggendo i loro interventi su it.comp.lang.python. A quando un blog in italiano (Lawrence) e qualche post pubblicato con costanza (Valentino)? E a proposito di Python, Lorenzo di Wikio mi ha raccontato un po’ come funziona il servizio, e come parte del prototipo scritto in Python sia tutt’ora in produzione. Speriamo di avere occasione di rivedere Lawrence, Valentino e Lorenzo alla prima PyCon Italia.

Dei tre talk cui dovevo partecipare, ho “bigiato” quello su Django (ma tanto tra Antonio, Carlo e il duo di Treviglio la mia presenza era inutile), partecipato con Antonio (munito di Iliad) a quello sugli ebook (che da talk si è trasformato subito in discussione), e purtroppo rimandato quello con Davide aka Folletto su WordPress e Lightpress, che ha fatto le spese della mia giornata travagliata. Mi dispiace, spero avremo tempo al prossimo BzaarCamp (già che ci sono ecco qualcuno dei link di cui ti parlavo durante l’aperitivo). Così come spero ci saranno ripetizioni del TaiChi per geek di Gaspar e del juggling di Totanus.

Un grazie a Bru e Theo per l’organizzazione, ad Apogeo per l’ospitalità (speriamo che si ricordino di dare un’occhiata a MobiPocket), e un saluto a tutti quelli che ho incontrato. Chi legge in inglese e vorrebbe avere i contenuti della demo sugli ebook che non ho fatto ieri mi faccia un fischio.

I soliti noti e l'Italia che non cresce

5 giugno 2006

2 commenti

Bella critica di Marco Camisani Calzolari al dibattito sul Podcast tenuto questo fine settimana durante Riva Radio Incontri. Tra i relatori Luca Sofri e Gianluca Neri, che ovviamente tira l’acqua al mulino delle sue webradio e delle (desiderate) collaborazioni con RadioDue e Caterpillar: “…come quando tempo fa l’azienda voleva il blog; poi l’azienda scopriva che gli utenti nel blog parlavano male dell’azienda e lo chiudeva subito. Io sarei molto più ottimista sul futuro imprenditoriale delle webradio.”

Sintassi e forma del discorso a parte (sembra quasi di sentire Lucianone al telefono con Bergamo o Pairetto), come a Marco anche a me viene un po’ di sconforto pensando a quanto è indietro il nostro paese, e quanto poco contino qualità e merito in confronto alle solite, trite lobby di potere e ai soliti, triti sicofanti. via

Le slide di XTech

21 maggio 2006

UN bel post di Matt Croydon che raccoglie presentazioni e articoli presentati a XTech 2006. Tra le più interessanti dal mio punto di vista, Caching Web 2.0 di Mark Nottingham e JavaScript 2 and the Future of the Web di Brendan Eich, il papà di Javascript.

Dove sono finito?

9 febbraio 2006

11 commenti

Riemergo dopo quasi un mese e mezzo di silenzio dovuto, nell’ordine, a:

  • cambio di lavoro, con tutti gli sbattimenti di colloqui e documenti necessari, e lo stress di un ambiente nuovo
  • pessima forma fisica accompagnata da influenze varie
  • restituzione del glorioso Thinkpad T30 aziendale, e conseguente arrabattamento per assemblare un PC utilizzabile dai pezzi sparsi nei cassetti
  • scazzo generale di fine/inizio anno

Niente di grave quindi, solo un periodo di cambiamenti e sbattimenti pratico/organizzativi, che spero sia avviato a conclusione. Del lavoro riparlerò forse in seguito, sia di quello vecchio (in Banca Intesa — organizzazione con una burocrazia ed un approccio al lavoro a dir poco kafkiano) che di quello nuovo.

Mentre aspetto la liquidazione sperando che avanzi qualcosa per comprare un Thinkpad X30 su Ebay, ho ripreso in mano l’amato Python grazie anche a webpy e alle recenti discussioni del BDFL (il Benevolent Dictator For Life che ha creato Python, ora a Google) sui framework web. A proposito di web, vi consiglio caldamente gli appunti di Simon Willison dal Future of Web Apps Summit, dove si sono riuniti alcuni dei più bei nomi tra quelli che il web lo fanno per davvero.

I video di Les Blogs

5 dicembre 2005

2 commenti

Aspettavo di tornare a casa e guardarne qualcuno prima di segnalare i video delle sessioni di oggi di Les Blogs ripresi da Maarten Schenk.

Ho davanti il filmato della sessione su Blog e politica: la qualità è discreta e l’audio abbastanza comprensibile. Se come me non siete a Parigi, ora sapete come rimediare, occhio solo alla dimensione dei file.

Lightpress al Linux Day Milano

25 novembre 2005

3 commenti

Grazie ad Antonio e agli altri organizzatori, domani avrò un’ora di tempo nell’Area Tecnica del Linux Day Milano per presentare Lightpress e fare una dimostrazione pratica di installazione. Se tra le undici e mezzogiorno non avete di meglio da fare, fate un salto in via Comelico 39 e passate in Auletta 6.

Linux Day Milano

23 novembre 2005

2 commenti

Antonio mi segnala il Linux Day Milano sabato 26 novembre (questo sabato, fra tre giorni), presso il dipartimento informatico di via Comelico 39:

Di mezzo ci siamo noi del MiLUG, il Lug Bocconi, il Lug Università statale e il DICO.
Siamo lì dalle 10 alle 18.
http://www.linuxdaymilano.it/

Non ci sono particolari highlights: pochi talk e diverse postazioni demo. Comunque Stefano Maffulli di FSFE-Italia e Carlo Piana, che sta seguendo la causa contro MS a Bruxelles, saranno nei dintorni. Ma se riuscite a passare fa prima di tutto piacere, che finalmente ci si conosce.

Se vi interessa c’è anche un LD a Cinisello Balsamo tenuto dai nostri concorrenti di Openlabs:

http://www.openlabs.it/linuxday2005/

Io nel pomeriggio andrò con Enrica a vedere il test match Italia-Fiji a Monza e cercherò quindi di passare in mattinata, dopo le solite pulizie del sabato. Anzi, se qualcuno va a vedere Italia-Fiji mettiamoci d’accordo anche per il Linux Day, così scrocchiamo un passaggio in macchina ed evitiamo di partire per Monza due ore prima della partita. :)