altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Un grid per tutti

18 ottobre 2006

9 commenti

Media Temple Grid ServerI blog tecnologici americani sono in fermento per Grid-Server, la nuova offerta di Media Temple che sembra destinata a scardinare il mercato dell’hosting di applicazioni web. Per venti dollari al mese, Grid-Server mette a disposizione 100 GB di storage, 1 TB di traffico, e servizi di alto livello come l’installazione con un click di WordPress, Drupal, Gallery e altre applicazioni. Il tutto non su un singolo server condiviso con n-mila altri utenti, ma su una grid di centinaia di server su cui vengono “spalmate” le vostre applicazioni.

I vantaggi sono ovvi: nessun problema di performance, downtime ridotti a zero (a meno che salti tutto il datacenter), e scalabilità impressionante. La logica evoluzione per un mercato, quello dell’hosting, che grazie all’inflazione di servizi gratuiti e a bassissimo costo sta evolvendo verso servizi di fascia alta, che puntano su stabilità, performance e specializzazione (come i container di TextDrive).

Manca ancora il supporto per Django, ma sono veramente curioso di sapere come si comporta il servizio, se qualcuno di voi decide di aprire un account fatemi sapere. Se invece siete dei convinti sostenitori del fai da te, potete sempre ripiegare su uno di questi.

Amazon EC2

24 agosto 2006

1 commento

Conoscevo già Amazon S3 (il servizio di storage combinato con HTTP e Bittorrent), ma EC2 — o ComputeCloud — sinceramente mi era sfuggito, ed è una di quelle novità in grado di rivoluzionare il panorama dell’hosting per le applicazioni web. Avete presente VMware, il software con cui far girare più macchine virtuali dentro una singola macchina fisica (desktop, notebook, server)? Bene, elevate lo stesso concetto all’ennesima potenza, spalmatelo sui datacenter di Amazon che garantiscono prestazioni e affidabilità che pochi possono vantare al mondo, aggiungete dei Web Service di interfaccia per inviare e configurare le macchine virtuali, ed avete EC2.

questo post continua, leggi il resto

Trasferiti!

9 settembre 2005

3 commenti

TextDriveSe il layout di Qix vi sembra leggermente diverso dal solito non è per i postumi della serata di ieri, ma perchè finalmente ci siamo trasferiti. La mossa era nell’aria da un po’ di tempo, dato che le strade di Qix e Blogo sono in rotta divergente da qualche mese, e che i server di Blogo che ci hanno ospitato fino a ieri hanno già parecchio lavoro da fare.

Qix ora gira su TextDrive, il provider fondato l’anno scorso dall’autore di TextPattern che oltre a ottimi prezzi, una solidissima infrastruttura tecnica, e una comunità vibrante, sponsorizza progetti Open Source come WordPress e Ruby on Rails (e il mio LightPress che ovviamente muove queste pagine). Se siete alla ricerca di un ottimo provider, per 12 dollari al mese (circa 10 euro) non potete trovare di meglio.

Tornando a Qix, le idee come al solito sono tante, quello che ancora manca è una direzione precisa. Se avete qualche consiglio fatevi sentire qui, per email, o al WebDays 2005 fra un paio di settimane (a proposito, sono curioso di vedere se nel suo intervento Lele Dainesi si ricorderà dei nostri primi podcast, ormai un anno fa).