altre destinazioni

ultimi post

ultimi commenti

tag principali

categorie

archivi

powered by

  • WPFrontman + WP

friends

copyright

  • © 2004-2011
    Ludovico Magnocavallo
    tutti i diritti riservati

Recensioni utente del Kindle

21 novembre 2007

1 commento

Su un blog che leggo di solito per altri motivi è comparsa una recensione del Kindle fatta dall’autore, che ha già avuto altri lettori di ebook in passato:

The EVDO works like magic. Buying books online with a click, no software required, is the killer feature here, and it’s perfect.

Un’altra recensione (stanno spuntando fuori come funghi ovviamente):

Finally, I go to the “Experimental” menu (the menu bar selector is
weird, but cool!) and choose Basic Web Browser. Enter my blog’s
address. It loads it. Holy moly. Fast. No configuration. Nothing. I
have to collect my jaw from the floor. There’s something to be said for
seamless, and this rivals apple.

I sorgenti del Kindle

20 novembre 2007

1 commento

Un altro tassello che si aggiunge al mosaico Kindle: il codice sorgente è liberamente disponibile. Come ho già detto, il DRM è inevitabile fino a che gli ebook non saranno un fenomeno di massa. Questo non vuol dire che il Kindle sia un walled garden, la questione è un po’ più articolata di come la raccontano in molti.

Aggiornamento. I libri acquistati su Amazon per il Kindle possono essere condivisi tra più lettori appartenenti allo stesso account, il lettore supporta vari formati aperti (HTML, TXT, ecc.) e ovviamente MP3, eccetera. Un po’ meno di sensazionalismo ogni tanto non guasterebbe mica, specie quando un prodotto è appena uscito e non si sa ancora bene come funzioni o cosa supporti.

Kindle, l'iPod dei libri

19 novembre 2007

23 commenti

Oggi finalmente è stato lanciato il Kindle — il lettore di ebook di Amazon — che non è un semplice gadget basato su inchiosto elettronico come altri già sul mercato da tempo, ma fa parte di un progetto ben più ambizioso che per molti versi riguarda quello intrapreso da Apple con l'iPod qualche anno fa. Prima di vedere in cosa consiste l'offerta di Amazon, sgombriamo subito il campo dagli equivoci e tiriamo le orecchie a qualche blogger che lo critica senza aver prima fatto i compitini a casa: il Kindle non è un walled garden, o meglio lo è ma in maniera non dissimile dall'iPod che quegli stessi blogger hanno in tasca. Il lettore di Amazon è sì basato su un formato proprietario, e i libri acquistati online sono sì protetti da DRM, ma il formato è conosciuto, diffusissimo, e ci sono sia applicazioni gratuite per effettuare la conversione, che intere biblioteche di libri di pubblico dominio già convertiti. Il Kindle usa infatti Mobipocket, come era prevedibile dato che Amazon ha acquisito qualche tempo fa la società francese dallo stesso nome che l'ha sviluppato. Sgombrato quindi il campo dagli equivoci, vediamo cosa ha di diverso il Kindle dai lettori basati su inchiostro elettronico già in commercio.

questo post continua, leggi il resto